il portale dell'enoturismo

 

Tenute Costadoria

 
 
 

Riferimento: Alessandro Canu
 
Zone vitivinicole:
Cannonau Di Sardegna (DOC)
Moscato Di Sardegna
Vermentino Di Gallura (DOCG)
Vermentino Di Sardegna (DOC)
 
Anno di fondazione: 2012
 
Winemaker: Thomas Schirru
 
Vitigni: Vermentino, Cannonau, Moscato, Caricagiola, Merlot, Syrah
 
Ettari vitati: 15
 
Numero di bottiglie prodotte/anno: 70000
 
Etichette più importanti:
Altubiancu (Vermentino di Sardegna DOC - Vigneto sul fiume Coghinas)
Marà (Vermentino di Sardegna DOC - Vigneto sul mare)
Mont'so (Cannonau di Sardegna DOC)
Sa Ira (Isola dei Nuraghi I.G.T. - vino rosso)
Li Zinti (Moscato di Sardegna DOC passito)
 
Descrizione

Paesaggio agrario, sentieri di campagna che giungono sino alla spiaggia e vista mare sul Golfo dell’Asinara, fanno da cornice alle Tenute Costadoria. La cantina è situata nel comune di Valledoria (Nord Sardegna), nella costa dominata nel XII secolo dalla famiglia nobiliare dei Doria, a cui si ispira il nome dell’azienda. All'interno delle Tenute Costadoria, circondati fra vigneti e carciofaie, è possibile raggiungere la Cantina ed il nostro agriturismo, fiore all'occhiello per il benvenuto dei nostri amici ospiti. Luogo ideale per gli amanti del buon vino, del mare e della natura, dove trascorrere un periodo di assoluto relax godendo della piscina ed assaporando i veri sapori della cucina tradizionale sarda. Noi delle Tenute Costadoria produciamo i nostri prodotti nel pieno rispetto dell’ambiente, convinti del fatto che bere un buon vino e mangiare cibi sani a km zero non può e non deve essere un lusso ma un diritto per tutti e un dovere per noi agricoltori.

Come arrivare

Valledoria è raggiungibile percorrendo la sp 90 e la sp 33. Si prosegue in direzione località "La Muddizza" ove, costeggiando la chiesa si gira per via Giuseppe Mazzini. Percorrendo la via, dopo circa due minuti di percorrenza, troverete sul fronte mare le Tenute Costadoria.


Giorni e orari di apertura: Dal Lunedì al Sabato , 9:00-12:30 pomeriggio variabile in base alla stagionalità
 
Giorni e orari visita in cantina: su appuntamento
 
Degustazione di vino: si
 
Degustazione di olio: no
 
Acquisto prodotti in cantina: si
 
Acquisto prodotti online: si
 
Accessibilità disabili: si
 
Parcheggio pullman: si
 
Altri servizi offerti: Matrimoni ed eventi privati
Persona di riferimento: Piera Schirru
 
Lingue parlate: Italiano, Inglese
 
Numero coperti: 40
 
Pernottamento: 30
 
Numero appartamenti in affitto: 7

Territorio: nei dintorni puoi trovare

 
Musei

Il territorio presenta, con una percorrenza massima di 30', una grande varietà di musei, alcuni dei quali unici a livello nazionale sia per contenuti che per ubicazione. Per citarne alcuni: Domus de Janas (Sedini) Museo Paleobotanico (Perfugas) Museo dell'Intreccio mediterraneo (Castelsardo) Museo del Banditismo (Aggius) Meoc (museo della tessitura ed etnografico Aggius) Museo Archeologico (Viddalba) Museo della tortura della santa inquisizione (Castelsardo) Museo Diocesano di arte sacra (Castelsardo) Con una percorrenza leggermente superiore possono essere visitati anche altri musei tra cui segnaliamo: Museo del Sughero (Calangianus), Museo della Donna Agabbadora (Luras).

Monumenti

Molti sono i luoghi di fascino, naturali o antropici che, adagiati sul mare, scolpiti nella roccia o circondati da naturali sculture granitiche, possono essere visitati. Ricordiamo tra tutti, i borghi storici di Castelsardo (tra i primi tre borghi più belli d'Italia), Sedini (paese nella roccia), Aggius (borgo autentico) . Sono innumerevoli le vestigia nuragiche, dolmen, pozzi sacri, domus de janas, torri di guardia e chiese immerse in una natura solitaria e selvaggia che sa regalare attimi di estatico smarrimento. Tra i monumenti naturali assolutamente da non perdere sono la Roccia dell' Elefante, la foresta pietrificata, la Valle della Luna di Aggius (ideale in escursione notturna) e naturalmente il "Grande Patriarca" degli olivastri millenari (datato 3800/4000 anni è tra gli alberi più vecchi d'Europa).

Outlet

La frenesia dello shopping viene soddisfatta dalla possibilità di acquistare i migliori prodotti a Km 0, direttamente in azienda. Presso le nostre Tenute, oltre il vino è possible acquistare Cannonau, Moscato, e Vermentino in gelatina, liquori, miele e confetture. In zona tre caseifici artigianali propongono una vasta scelta di formaggi pecorini, vaccini, caprini e ricotte. Salumi ed insaccati trovano sempre posto sulla tavola sarda, da qui l'ampio ventaglio di offerte che vanno dagli insaccati tradizionali a quelli destinati ai palati più curiosi con salsicce e prosciutti di cinghiale o di pecora. Area di coltivazione del carciofo spinoso sardo dop, anche fuori stagione ne permette la degustazione con la "scazofedda" sott'olio. L'artigianato trova la sua autentica espressione nei cestini di palma nana e rafia che si vedono realizzare dalle abili mani delle cestinaie sedute sull'uscio di casa nel centro storico di Castelsardo. Primi nella lista degli acquisti sono i tappeti di Aggius realizzati su telai manuali con lana sarda colorata con tinte vegetali, mentre il must dell'abbigliamento in sughero è sicuramente l'Atelier di Anna Grindi.

Centri Termali/Spa

Alle pendici della Torre dei Doria, incastonate nel verde di una natura incontaminata, le Terme di Casteldoria nascono all'interno di un territorio estremamente fortunato perché caratterizzato da un incontro di elementi naturali eccezionale: fonti termali, fiume, montagna, lago e mare. Le Terme di Casteldoria, aperte tutto l'anno, offrono trattamenti e cure di altissima qualità grazie all'Acqua di Salute di Casteldoria, acqua termale salsobromoiodica che sgorga alla sorgente alla temperatura di 76°C, ideale per fanghi, bagni, docce, inalazioni termali, irrigazioni, idropinoterapia, bagni di vapore, idromassaggi e sauna termali. Centro di Medicina Termale e Riabilitativa, le Terme di Casteldoria sono organizzate in due strutture differenti, dislocate sulle rive opposte del Fiume Coghinas: Le terme di Casteldoria in Comune di Santa Maria Coghinas e le Piscine Termali di Casteldoria, in Comune di Viddalba.

Attrazioni

L'area racchiude mare, montagna, lago, terme, fiume e la zona lagunare denominata Foci del Coghinas, sede di una riserva naturale di circa 275 ettari d’estensione. La posizione al centro del golfo dell'Asinara, permette di svolgere la quasi totalità di sport acquatici, come immersioni, snorkeling, kayak, pesca sportiva. La notorietà in ambito nazionale ed internazionale è legata tradizionalmente al windsurf, a cui negli ultimi anni si è prepotentemente aggiunto il kite surf, avendo a disposizione ampi spazi per il decollo delle vele, un centro velico per corsi su derive ed il parapendio. Completa l'offerta il parco acquatico dell'Isola Rossa.

Feste ed eventi folkloristici

La famosa ospitalità sarda trova il suo naturale sbocco nelle feste, in particolare quelle campestri, di cui è ricco il calendario principalmente nei mesi di maggio/giugno. Altrettanto diffuse sono le "feste in cantina" a base di vino e piatti tradizionali che da novembre continuano sotto le stelle sino all'estate. Con l'aumentare delle temperature il vino cede un po' il passo alla birra, soprattutto quella artigianale, che diventa protagonista di molte serate costringendo anche il più refrattario dei palati alla scoperta di nuovi sapori. L'estate, per il variegato popolo dei vacanzieri, è un susseguirsi di sagre, spettacoli ed eventi di ogni genere che vedono accanto manifestazioni come "Rock n' Beer", carnevali estivi o fuochi d'artificio anche eventi folk come il palio della corsa alla stella o i rituali del salto del fuoco nella notte di San Giovanni. Per chi volesse approfondire la cultura locale sono imperdibili le celebrazioni pasquali di Castelsardo ( "Lunissanti"), la cavalcata sarda di Sassari (penultima domenica di maggio) e "la faradda di li cadareri" di Sassari (patrimonio dell'Unesco) insieme alla miriade di piccole ma non meno suggestive serate a tema.