La potatura del Vigneto Didattico da Venditti | 27 gennaio 2013

27/01/2013 Una buona potatura fa un'ottima vigna ed un eccellente vino.

Il ciclo vegetativo della vite è preceduto dalla potatura. E' il momento più importante perché da esso dipende la vegetazione, la durata della pianta, la produzione dell'anno in corso e dei successivi.
Si esegue durante i mesi invernali, dopo la caduta delle foglie, quando la pianta a causa delle prime gelate, perde le foglie ed entra nella fase di riposo detta quiescenza o dormienza.
Domenica 27 gennaio, per il secondo appuntamento, un gruppo di potatori, si ritroveranno presso l'Antica Masseria Venditti per la potatura del Vigneto Didattico. Dopo una breve introduzione conoscitiva sui principi fondamentali della potatura tenuta direttamente dal titolare-enologo-produttore Nicola Venditti, il gruppo procederà direttamente alla potatura del Vigneto Didattico, già protagonista di 6 vendemmie notturne 'Raccolta e racconti di vino notturno'.
I potatori saranno seguiti da alcuni collaboratori aziendali che sorveglieranno le delicate operazioni. Verranno impiegate forbici manuali affidate ad ogni partecipante.
Si interverrà su un vigneto, impiantato nel 2005, allevato con sistema di allevamento a cortina pendente e coltivato con il metodo dell'agricoltura biologica Reg. CEE 834/07.
L'attenzione sarà rivolta ad ogni pianta con cura, vista la giovane età del vigneto per cui la neo-formazione del legno è più vulnerabile e delicata. Gli interventi di potatura saranno diversi in correlazione alla presenza delle venti varietà che hanno esigenze e comportamenti differenti che richiederanno maggiore attenzione da parte del potatore.
I sarmenti in seguito saranno trinciati tra i filari per contribuire alla concimazione organica della vigna.
Seguirà nella sala del Torchio due interpretazioni della 'scarpella', piatto tipico della tradizione castelvenerese, preparati da Donna Lorenza, pittrice-chef di casa Venditti e da Pasquale Carlo, giornalista-chef, appassionato enogastronomo.
'Abbuoti' e tante altre tipiche specialità sannite completeranno il 'pranzo di lavoro'.
E, in attesa della prossima vendemmia che sarà sicuramente un'ottima annata, i lavoranti brinderanno con i vini doc biologici di Venditti delle precedenti raccolte, Marraioli aglianico 2008, Vàndari falanghina 2011, Barbetta 2010, Bacalàt 2011, Bosco Caldaia 2007, ... prosit!

Seconda potatura in collaborazione con Luciano Pignataro Wineblog
Luciano Pignataro WineBlog