Grande successo in Emilia Romagna

28/05/2002 Migliaia di persone hanno letteralmente invaso le 59 aziende dell' Emilia Romagna protagoniste di Cantine Aperte ...

Migliaia di persone hanno letteralmente invaso le 59 aziende dell' Emilia Romagna protagoniste di Cantine Aperte, la più grande festa del vino italiana che, con l'edizione di Domenica 26 Maggio, ha festeggiato il decennale.
Organizzata dal Movimento Turismo del Vino, associazione che raggruppa più di novecento aziende vitivinicole in tutta Italia in grado di praticare l'accoglienza enoturistica, Cantine Aperte rappresenta l'occasione per fare cultura del vino e promozione del territorio, soddisfacendo i bisogni di una nuova domanda turistica: l'andare per colline e borghi alla ricerca di tradizioni, vini e prodotti tipici.
Un esempio significativo arriva proprio dal territorio dell' Emilia Romagna dove le cinquantanove aziende socie del Movimento hanno gareggiato con spirito di emulazione per offrire un'immagine di accoglienza decisamente qualificata.
In una ideale maxi-strada del vino da Piacenza a Rimini per trecento chilometri i turisti hanno potuto soddisfare ogni curiosità scoprendo le tecniche di produzione dei vini emiliano-romagnoli, spiegate direttamente dai produttori, a cui si sono aggiunti gli abbinamenti più tradizionali, come quelli con i salumi tipici piacentini DOP, il Culatello di Zibello, il formaggio di fossa e i piatti della nostra cucina; ma anche abbinamenti originali con il miele, con l'olio e con le erbe officinali.
Alle visite e alle degustazioni si sono aggiunte le più disparate iniziative organizzate dalle cantine; dal mercatino dei prodotti biologici alle rappresentazioni di antichi mestieri, dall'esposizione di mitiche Ferrari alla realizzazione di violini da parte di maestri liutai, dall'animazione per i bambini alla mostra di mobili antichi, dalle cravatte di Marinella al jazz in cantina
In questo modo i turisti hanno potuto passare da una cantina all'altra, attraverso un percorso di grande fascino e originalità




regione Emilia-Romagna