Cantine Aperte 2007: grande successo per il comparto dell'enoturismo in Friuli Venezia Giulia

28/05/2007 Cantine Aperte si è affermata ancora una volta come il week end più frequentato dagli enoturisti, che hanno scelto le cantine del Friuli Venezia Giulia per visite e degustazioni...

Nonostante il maltempo, che ha funestato maggiormente la provincia di Udine e Pordenone, la manifestazione Cantine Aperte si è affermata ancora una volta come il week end più frequentato dagli enoturisti, che hanno scelto le cantine del Friuli Venezia Giulia per visite e degustazioni e che hanno fatto registrare un numero di presenze pari all'anno scorso. Il dato di maggior interesse relativo a quest'anno è la presenza massiccia di enoturisti da fuori regione, quasi il 50% del totale, che avevano prenotato con ampio anticipo la gita nelle cantine del Friuli Venezia Giulia e che si sono organizzati al meglio anche optando per il noleggio di pullman con conducente che li ha condotti nella visita di più cantine sparse sul territorio. Si conferma, inoltre, il target dell'enoturista: giovani tra i 25 ed i 40 anni, con facoltà di spesa medio alta e che considerano la visita alle cantine come un'esperienza a tutto tondo.

Il Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia, guidato da Elda Felluga, ha potuto ottenere questi bei risultati grazie al sostegno dell'Assessorato alle Attività Produttive della Regione, all'appoggio costante della Banca di Cividale e alla collaborazione sinergiche con le più importanti Istituzioni ed Organizzazioni regionali.

Quest'anno, inoltre, gli enoturisti hanno avuto e continuano ad avere un motivo in più per scegliere le cantine associate al Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia: si tratta della Certificazione di Qualità dell'Accoglienza in Cantina, che ha visto l'attestazione ufficiale delle prime 23 cantine e che prevede la certificazione degli standard qualitativi di tutte le 125 cantine e distillerie associate.

Sabato 26 e domenica 27 il dato interessante sono le prenotazioni giunte alle cantine per le degustazioni guidate, che hanno superato le già rosee previsioni, affermando la presenza notevole di visitatori da fuori regione. Moltissimi, infatti, gli enoturisti provenienti da Austria e dalle regioni italiane del centro-nord Italia, che hanno approfittato di Cantine Aperte per passare il week end in Friuli Venezia Giulia, soggiornando nelle 'Cantine del Buon Dormire' e negli agriturismi della regione. Grazie alla campagna di comunicazione mirata sulle testate giornalistiche e radiofoniche austriache e alla partecipazione alle numerose fiere di settore al seguito della Turismo FVG, il Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia ha potuto realizzare una promozione altamente efficace.

Quasi 700 enoturisti hanno partecipato all'iniziativa 'A cena con il Vignaiolo', che si è svolta la sera del sabato, e che ha visto protagoniste circa 20 cantine associate che hanno organizzato cene gourmet dove in abbinamento ai vini è stato possibile gustare prelibati piatti della nostra cucina regionale.

Durante la giornata di domenica 27 il maltempo non ha scoraggiato gli enoturisti che sono stati accolti con cordialità ed affabilità dalle 10.00 e fino alle 18.00 dalle 113 cantine e distillerie associate situate in tutte le otto zone Doc della regione, le quali sono particolarmente soddisfatte di constatare l'interesse crescente del pubblico nei confronti del mondo e della cultura del vino. Sempre più aziende, infatti, si organizzano accogliendo con anticipo le prenotazioni che sono giunte da tantissimi appassionati, che attendevano Cantine Aperte con trepidazione. Ecco allora che il motto 'Vedi cosa Bevi' si concretizza in un pubblico attento e di qualità che visita le cantine contando sulla professionalità e sulla compentenza del produttore e del personale addetto, che è sempre lieto di introdurli nell'affascinante esperienza del vino e dell'enoturismo. Quest'anno per la prima volta anche quattro distillerie hanno aperto le loro porte agli enoturisti: Buiese Remo a Martignacco (Ud), Bepi Tosolini a Povoletto (Ud), Distillerie De Mezzo a Rive D'Arcano (Ud) e la Distilleria Villanova a Farra d'Isonzo (Go).

Un centinaio gli aficionados della bicicletta che hanno partecipato a Cantine Aperte Bike, partiti da Cormons alle 10.00 e che hanno festaggiato l'arrivo al traguardo con una pastasciuttata finale.

Anche grazie ai molti enoturisti che hanno acquistato il Calice 'Cantine Aperte 2007', sono stati devoluti all'Unicef oltre 20.000 euro, che serviranno a finanziare l'importante progetto 'Uniti per i bambini, Uniti contro l'AIDS' il cui obiettivo è l'impegno comune a combattere l'epidemia e dare una speranza a tutti i bambini minacciati dall'HIV/AIDS.

Proprio in occasione di Cantine Aperte, inoltre, ha preso avvio l'ottava edizione del concorso internazionale per vignette e cortometraggi Spirito di Vino, fortemente voluto dalla nostra delegazione e sostenuto da personalità di spicco del mondo della satira e del giornalismo.

Il Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia ringrazia tutti i partner dell'evento: Kleine Zeitung, Viva Radio, Dok Dall'Ava, Latterie Friulane, Acqua Paradiso, Pilm, Ais-Fvg, Madimer, Farm e l'Ass. per la certificazione Dop della mela friulana.

 

Per informazioni:

Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia
Tel +39.0432.289540 - Fax +39.0432.294021
info@mtvfriulivg.it - www.mtvfriulivg.it




regione Friuli-Venezia Giulia