Il Savuto Classico protagonista al Vinitaly 2015! Il Gal Savuto, il gruppo d’azione locale, in collaborazione con Vinocalabrese.it porta in Piazza dei Signori e a Vinitaly i vini della Dop

23/03/2015 Il Savuto è terra di vinificazione eroica. Quando ancora non esistevano le strade si pensava al vino come espressione del territorio. Qui la storia della terra e delle contrade ha camminato di pari passo con la viticoltura ed oggi è divenuta un patrimonio identitario che i giovani produttori hanno deciso di continuare e rendere vitale nel tempo

Sono due gli appuntamenti di promozione che il Gal Savuto ha portato a Vinitaly, allo scopo di valorizzare e promuovere le cantine e i produttori della zona; il primo in Piazza dei Signori dove, dal 20 al 23 marzo, wine lovers, appassionati e giovani si danno appuntamento (dalle 18 alle 23) mentre, il secondo, è l’appuntamento di lunedì 23 marzo (ore 10.00) nel Padiglione 2 presso lo stand Calabria con la presentazione e la degustazione dei vini della Dop.

Siamo nell’estremo Sud della provincia di Cosenza, a cavallo con quella di Catanzaro, dove il “Savuto” ha ottenuto il riconoscimento della sottozona Classico, a conferma del ruolo storico che l’area cosentina ha avuto per la nascita della Denominazione. I tre centri produttivi si registrano tra Rogliano, Marzi e Scigliano dove operano micro aziende meritevoli per avere contribuito a salvare le poche vigne a terrazzo che fino a trent'anni fa disegnavano l’erto costone destro del fiume Savuto. Il Gal Savuto, presieduto da Lucia Nicoletti, ha deciso di valorizzare con massimo impegno questo grande patrimonio storico e vitivinicolo; ecco perché il gruppo d’azione locale ha scelto di aderire alla spedizione regionale di VinoCalabrese.it al Vinitaly and the city, il fuori salone del più importante appuntamento internazionale di settore, con la precisa scelta di “continuare l’impegno nella valorizzazione della viticoltura storica ed eroica del Savuto. Sosteniamo e accompagniamo a Verona i giovani produttori che sono figli e tutori di una tradizione antica che ha segnato il nostro comprensorio, convinti che da queste scelte, altrettante eroiche, può strutturarsi una economia sostenibile per la nostra terra”.




2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2002