Il Concorso enologico internazionale di Vinitaly diventa Premio dal 2016. A dirlo Giovanni Mantovani. Ieri ad Expo è andata in scena l'ultima premiazione

15/10/2015 Previsto un nuovo sistema di giudizio, con commissioni specializzate per aree geografiche e giudizio in centesimi

Ieri a Expo è andata in scena l’ultima premiazione della storia del Concorso Enologico Internazionale di Vinitaly. Dal 2016, la più longeva competizione al mondo, tra le più importanti e la più selettiva, diventa Premio e dichiara la valutazione in centesimi. Più attenzione anche al business delle aziende vincitrici, per aiutarle a valorizzare in tutto il mondo la qualità raggiunta. Ad annunciarlo il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani, durante la consegna dei premi speciali, delle Gran Medaglie d’Oro e delle Medaglie d’Oro svoltasi ieri ad Expo nel Padiglione Vino - A taste of Italy.

"Alla vigilia del 50° Vinitaly e giunti al traguardo della 22esima edizione del Concorso - ha spiegato Mantovani - abbiamo deciso di innovare la formula del giudizio con la collaborazione di Ian D’Agata, esperto di fama mondiale, affinché possano essere colte tutte le potenzialità dei vini iscritti. Per farlo, abbiamo adottato quelle che sono le best practice internazionali".

Ciò significa, innanzi tutto, una ulteriore qualificazione del panel giudicante, con commissioni formate da esperti di grandissimo valore internazionale, di riconosciuta esperienza e di grande credibilità, ciascuna delle quali dovrà giudicare i vini di una specifica area geografica di produzione.

"Altra importante novità è l’introduzione del giudizio in centesimi. Una scelta fatta - prosegue il direttore generale di Veronafiere - per andare incontro al crescente interesse ad avere l’immediata traduzione del giudizio di un vino in un punteggio comprensibile dal pubblico". Con l’utilizzo del sistema centesimale verranno assegnate solo Medaglie d’Oro a tutti i vini che raggiungeranno o supereranno una valutazione di 90 centesimi. La nuova formula permetterà di garantire ai partecipanti provenienti da tutti i Paesi produttori una valutazione supportata dall’effettiva conoscenza della tipologia del proprio vino sottoposto a giudizio e un valido supporto promozionale per conquistare nuovi clienti sui diversi mercati.

"Rimarranno invece - dice Mantovani - i Premi Speciali per dare un riconoscimento alle aziende che maggiormente si distingueranno". Si tratta del Premio Gran Vinitaly (assegnato alle due aziende, una italiana e una estera), che conquisteranno più Medaglie d’Oro e quattro nuovi Premi Speciali: Trofeo Vino Bianco, Trofeo Vino Rosso, Trofeo Vino Dolce, Trofeo Vino Spumante. A questi potranno aggiungersene altri, come avviene ormai da diversi anni con il Premio Speciale Banco Popolare.

"Il Premio sarà una delle novità che anticiperanno e che accompagneranno lo svolgimento della 5esima edizione di Vinitaly, in programma dal 10 al 13 aprile 2016 a Verona. L’attività di incoming di Vinitaly – spiega Mantovani – verrà realizzata grazie all’apporto del Ministero dello sviluppo economico in collaborazione con l’Ice e grazie alla partnership con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, che si consolida dopo la realizzazione del Padiglione del vino ad Expo".

Prossimo appuntamento di Veronafiere – Vinitaly in calendario è Wine2Wine, forum sul business del vino di formazione e informazione per le aziende su scenari di mercato internazionali, nuovi strumenti di marketing e di gestione della cantina (2 e 3 dicembre) a Verona. Per informazioni: www.wine2wine.net.




2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2002