Il Friuli Venezia Giulia del vino

19/02/2022 Alla scoperta della viticoltura locale!

Il Friuli Venezia Giulia è storicamente terra di grandi vini bianchi.
Con una produzione di 1.000.000 hl di vino, può vantare di numerosi vitigni internazionali, ma la sua forza è nei vitigni autoctoni, come il Friulano o il Picolit. Storicamente territorio di conquista deve la sua fortuna ampelografica agli intrecci di popoli che si sono susseguiti.

La regione può essere suddivisa in tre zone: la zona pianeggiante interessa principalmente la provincia di Pordenone e parte della provincia di Udine, con le DOC Gravee le DOC di pianura Aquileia, Annia e Latisana; la zona a nord-est di Udine e la provincia di Gorizia con le DOC Isonzo, Colli Orientali del Friuli e Collio; la zona Giuliana con la DOC Carso.


Curiosità sul Friuli Venezia Giulia


l Friuli Venezia Giulia è una terra particolarmente ricca dal punto di vista geologico: dal Carso che rappresenta la patria delle esplorazioni sotterranee, alla Catena Carnica oggi è diffuso il Flysch, un terreno di rocce sedimentarie costituite da arenaria e marna, ricco di calcare, potassio e fosforo, ideali per la viticoltura.

La coltivazione della vite nel Collio risale all’epoca Romana, nonostante prosegua anche nel periodo di dominazione dei Goti e dei Longobardi.

La regione vanta inoltre, una interessantissima produzione di vini dolci molto ricercati a base di Verduzzo e Picolit, uve autoctone del territorio. Questi sono vini eccellenti con dessert, formaggi o da gustare a fine cena in buona compagnia.


Per scoprire di più su questa e le altre regioni del Movimento Turismo del Vino puoi seguire le pagine Social @mtvitalia @mtv_friulivg o visitare la sezione regioni del nostro sito!




2020

2019

2018