IL MOVIMENTO TURISMO DEL VINO PUNTA SULLA QUALITA'

13/05/2003 Molte le cantine in tutte le regioni che hanno già richiesto la certificazione dell'accoglienza in cantina

Molte le cantine in tutte le regioni che hanno già richiesto la certificazione dell'accoglienza in cantina

E' partito ufficialmente il progetto di certificazione di qualità dell'accoglienza in cantina, grazie al quale le aziende possono dimostrare di garantire al turista del vino un'accoglienza qualificata e professionale. Alle cantine vengono assegnate, sulla base dei requisiti indicati sul Decalogo dell'Accoglienza, emanato dal Movimento Turismo del Vino e certificato da CSQA, tre, quattro o cinque foglie, a seconda dei servizi che riusciranno ad offrire. L'invito è partito dai vertici del Movimento, i rappresentanti storici dell'associazione che per primi hanno creduto nel progetto: Donatella Cinelli Colombini, pioniera del turismo del vino di qualità a cui si deve la fondazione del MTV, la già presidente Ornella Venica, l'attuale presidente Francesco Lambertini, la vice presidente Marie-Sylvie Haniez. Molte altre le aziende che, nelle diverse regioni, hanno immediatamente condiviso il progetto richiedendo la certificazione: in Umbria le cantine Giorgio Lungarotti di Torgiano, in Veneto l'azienda Ca' Lustra di Padova e l'azienda Tessere di Noventa di Piave, in Emilia Romagna la fattoria Ca' Rossa, in Puglia le cantine Rivera di Andria, in Campania l'azienda Torrenova di Dugenta.




2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2002