CONFERENZA STAMPA CANTINE APERTE, ROMA 18 MAGGIO

18/05/2005 ENOTURISMO IN CRESCITA, IN CONTROTENDENZA RISPETTO AD ALTRI SETTORI!

 

Presentata il 18 maggio a Roma, alla Casina Valadier, la tredicesima edizione di Cantine Aperte (in programma domenica 29 maggio 2005 in quasi 1000 cantine): durante un'affollata conferenza stampa, densa di contenuti e curiosità illustrate dal presidente nazionale del MTV Francesco Lambertini, sono emersi in anteprima i dati del sondaggio Censis Servizi-Movimento Turismo del Vino. A seguito di un responso davvero eccezionale dalle aziende del MTV interpellate (ben 600 risposte su 900 questionari, una percentuale doppia rispetto alla media dei risultati di sondaggi analoghi), il prof. Fabio Taiti, presidente del Censis Servizi, ha potuto sintetizzare che "Il turismo del vino è in 'controtendenza': è un prodotto giovane, con base solida, buone previsioni di crescita".

 

Almeno cinque, ha spiegato il prf. Taiti di Censis Servizi, le valutazioni chiave più impressive:

fra gli enoturisti italiani domina il "fai da te" (78%), ma fra gli stranieri contano molto anche le forme di enoturismo organizzato (38%);

prevale fra gli italiani il turismo "mordi e fuggi" (80% 1 o 2 giorni), ma il 31% degli stranieri sviluppa questo turismo tematico per almeno per 4/5 giorni;

il gruppo dominante di turisti del vino ha un'età tra i 30 e i 50 anni (52%) e una conoscenza media del vino (47%), ma emergono anche tre robuste ali da coltivare (23% di giovani; 31% con redditi alti; 25-30% di curiosi da "educare" e far crescere);

la maggioranza degli enoturisti ha una provenienza di prossimità (46% da meno di 100 Km.), ma il 23% proviene da oltre 300 Km.; tedeschi, austriaci e svizzeri sommano assieme il 63% dei visitatori stranieri;

le "strade del vino" hanno un buon livello di apprezzamento (68%) soprattutto per quanto si riferisce a definizione di itinerari e promozione (62%).

 

Buone infine le previsioni per l'anno in corso (presenze in aumento secondo il 44% delle aziende). Dato questo confermato anche dall'andamento delle presenze dei turisti del vino durante lo scorso periodo pasquale (+ 7% italiani + 8% stranieri), in netta controtendenza rispetto al dato generale (- 7% italiani, - 13% stranieri).

 

In conclusione almeno tre le leve su cui ...secondo le aziende del turismo del vino ...lavorare e investire ancora: buoni rapporti qualità prezzo, tipicità del prodotto; sviluppo dei brand di azienda e di territorio.

 

E dalle idee, dall'entusiasmo e dalla vitalità che le aziende stanno dimostrando nella loro proposta enoturistica ...come si è percepito dal 'clima' della conferenza stampa, in cui i presidenti regionali hanno presentato la miriade di iniziative varate per Cantine Aperte 2005 ...si può dire che la strada intrapresa è quella giusta.

 




2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2002