Il Presidente del Movimento Turismo del Vino Chiara Lungarotti al 1° Forum sul vino italiano organizzato dalla Banca Monte dei Paschi di Siena

11/11/2010 Si intitola Dall'evento al Sistema l'intervento che la Presidente MTV Chiara Lungarotti terrà nell'ambito del 1° Forum sul Vino italiano organizzato a Siena da Montepaschi, Venerdì 12 novembre e al quale prenderanno parte le massime istituzioni italiane, i rappresentanti della filiera vitivinicola nazionale e alcuni fra i più significativi distributori dei mercati internazionali.

Si intitola "Dall’evento al Sistema" l’intervento che la Presidente MTV Chiara Lungarotti terrà nell’ambito del 1° Forum sul Vino italiano organizzato a Siena da Montepaschi, Venerdì 12 novembre e al quale prenderanno parte le massime istituzioni italiane, i rappresentanti della filiera vitivinicola nazionale e alcuni fra i più significativi distributori dei mercati internazionali.
Organizzato con l’obiettivo di creare un nuovo “luogo di comunicazione” dove analizzare l’andamento di questo fondamentale comparto produttivo del Made in Italy e valutare gli scenari futuri, soprattutto dal punto di vista economico – finanziario, il forum punta a far emergere le strategie da mettere in campo nei prossimi anni per sostenere la promozione e il successo del vino italiano nel mondo.
Sulla scia dell’evento che scatena curiosità , emozione e crea la notizia –sostiene la Presidente MTV- occorre indurre il visitatore a divenire turista di territorio scoprendo l’Italia a partire dai luoghi del vino offrendo una proposta strutturata che gli permetta di vivere i territori da protagonista
Un nuovo modo di viaggiare, legato sempre più all’enogastronomia di un territorio, sta conquistando un numero crescente di appassionati in quanto risponde al desiderio di arricchire la vacanza, alla ricerca di sapori e tradizioni autentiche: il vino e il cibo assumono un ruolo fondamentale in quanto divengono i vettori e testimoni dei valori saldamente legati al territorio e alle proprie radici.
Il turista enogastronomico si informa su internet, pianifica il viaggio, le visite, si informa sui vini anche se non lo si può dire un esperto, ma sicuramente curioso e desideroso di aumentare la propria conoscenza.
Ciò non di meno è attento al servizio che gli viene offerto, apprezza e spesso sceglie l’opportunità di soggiornare nelle strutture ricettive che le cantine hanno, perché ciò gli permette di vivere una vacanza fatta di relax, gusto e qualità.
Con queste conoscenze, il Movimento Turismo del Vino si è posto l’obiettivo di portare i turisti nei territori dove il vino nasce, conquistando nuove fasce e nuovi mercati di turisti. Nasce così la necessità di creare sia nuovi prodotti, come i pacchetti turistici, sia strumenti che consentano all’utente, grazie all’utilizzo di nuovi media, di realizzare autonomamente il proprio viaggio del vino.
Ogni proposta rivolta al pubblico sarà il risultato dell’unione tra eredità culturale e ambiente naturale che, mai come nel nostro Paese, offre “un’affascinante” quanto imperdibile occasione di sperimentare le cose buone della vita. Perché l’Italia possa essere scelta come meta enoturistica è importante far passare il messaggio che “Qui potrà gustare dell’ottimo vino e dell’ottimo cibo ma anche divenire parte della vita delle persone e dei posti che visita” ecco perciò che i visitatori non saranno solo semplici comparse ma attori protagonisti.
E’necessario però attuare delle strategie perché tale progetto si possa realizzare in maniera concreta e totalmente connessa con la promozione territoriale e continuativa.
C’è da considerare che il turismo enogastronomico può essere inquadrato anche nell’ambito del turismo sostenibile in quanto le aziende vitivinicole sono sempre più accorte al rispetto e alla tutela del patrimonio ambientale utilizzando mezzi e tecnologie a basso impatto ambientale (riciclo biomasse, pannelli fotovoltaici).
Grazie al know how acquisito in questi anni, il MTV, la cui anima è costituita da imprenditori che ogni giorno operano sul campo, è sicuramente la voce più autorevole, dinamica e apolitica che possa operare sull’enoturismo in maniera concreta. Certi di questo, ci auguriamo che negli anni a venire, grazie al costante incremento di numero di associati, la nostra Associazione possa essere uno dei protagonisti e promotori dell’Enoturismo in Italia.




2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2002