PROGRAMMA DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE SUL TURISMO DEL VINO

29/01/2012

LANGUAGE

As the Conference is intended for an international audience we have written this handbook in English. All talks will be delivered in English unless otherwise stated. There are no simultaneous translations at any of the talks apart from the welcome and opening announcements on day 1 which will be delivered in Italian with simultaneous translation.
Sunday 29th  January

Time/Room
16.30 – 22.30
Evening Social Programme

Torgiano: Art, olive oil, wine and cooking

Highlights

Go back in time 5,000 years and discover the archaeological and artistic collections that have marked the history of wine culture at an extraordinary wine museum
Witness Dionysian theme engravings by Picasso, Mantegna, and many other world renowned artists
Celebrate the permanent exhibition of 60 oniric works by the prized Nino Caruso, donated by the artist to the city of Torgiano
Enjoy a Wine Tasting in Margaritelli’s cellar, and taste the local grapes cultivated in Umbria with varietals such as Sangiovese, Trebbiano, and Canaiolo
Receive first hand tutelage a mini cooking class and discuss local fare and food pairings with knowledgeable locals

Anyone who is interested in taking part in this half day tour should purchase their ticket, on a first-come-first-serve basis, at the Wine Pleasures Information and Registration Desk in the Hotel Gio. 15 places available.

Meet Hotel Gio reception. Bus leaves at 16.30. Price: 62 Euros per person. Includes transport, guided visits of wine and olive oil museum, winery visit, wine tasting, cooking class and dinner at the Margaritelli winery.


Monday 30th January

08.30 – 18.30
Registration Desks Open


09.00 – 18.30
Exhibition Open


09.00 – 09.40
2012 International Wine Tourism Conference Opens


Sala Town Hall
(Auditorium)


L'Italia vista come luogo di il vino e arte culinaria

Benvenuto e annunci di apertura.

09.45 – 10.25
Opening plenary session


Sala Town Hall
(Auditorium)


L'eno-turismo non esiste. Esiste soltanto il turismo

Relatore: Michael Wangbickler DWS CWE, (Balzac Communications & Marketing, USA)

Troppo spesso le cantine e le regioni vinicole fanno l'errore di pensare che I loro turisti sono primariamente interessati al vino. Tramite alcune ricerche effettuate nell'Expedia Cruise Ship Centers del Napa Valley ed  in altri importati aree vinicole, Michael Wangbickler dimostrerà che le regioni vinicole non hanno una particolare categoria di turisti ma devono competere con luoghi che non hanno niente a che vedere con il vino. Fornirà una serie di esempi di vita vissuta e soluzioni pratiche al problema. Solo quelle regioni che realmente capiscono questa cosa e le sue conseguenze saranno in grado di avere successo come meta turistica in generale.

I turisti sono turisti, sia che essi visitino una cantina, un museo, una spiaggia o un campo dal golf, e la meta turistica di successo è quella che capisce che cosa motiva I propri ospiti. Anche se il vino fa parte di un affascinante stile di vita,  è la forza trainante soltanto di una piccola minoranza del pubblico.  Invece di concentrare tutti I nostri sforzi su questa minoranza e fallire, le cantine e le regioni vinicole dovrebbero concentrarsi su una prospettiva un po' più ampia. E se nel settore dell'eno-turismo in molti pensano  che il successo dipenda dal fornire una seria educazione al vino, I programmi e le regioni di maggiore successo offrono ai propri clienti una più ampia gamma di attività ed esperienze.La forza trainante dietro quasi tutte le attività turistiche è il desiderio di trascorrere con la famiglia e gli amici, molti dei quali non prendono seriamente il vino e la sa cultura. Le aree vitivinicole devono includere un ampia gamma di esperienze ed attività che catturano l'immaginazione non soltanto di quelli che sono interessati al vino, ma anche delle loro famiglie e degli amici che li accompagnano quegli amici e quelle famiglie al terzo giorno di visita al terso giono di visita in una regione vinicola? La soluzione per il futuro si cela dietro alla risposta a questa domanda.

 

10.30 – 11.00
Trumpet Area

Coffee Break sponsored by the Hotel Giò


11.00 – 11.40
Session 1.1


Sala Town Hall
(Auditorium)

La scatola dello strumento Twitte per il settore del vino e dei viaggi

Relatore: Marcy Gordon (Come for the Wine, USA)


Twitter—non si scappa! Sta diventando il social media numero uno per instaurare relazioni sociali, creare community e coinvolgere I tuoi spettatori con una vairetà di media che informa ed inspira.  Ma il processo iniziale e l'andamento di apprendimento può essere scoraggiante. L'hands-on che ci sarà al Workshop vi aggiornerà su Twitter e vi mostrerà come “Twittare” con sicurezza ed autonomia.
*Dovrete essere muniti di un handphone o un computer portatile

Sax 1

Arte & Vino come conduttori del Turismo: esperienza particola quella della cantina  “Carapace” di Castelbuono

Relatori: Marcello Lunelli & Aldo Colonetti, Tenuata Castelbuono, Italy

L'abbinamento di arte e vino ha sempre influenzato il settore del turismo. La discussione di questo argomento sarà arricchita dalla presentazione di un'esperienza unica, una cantina situata a pochi km da Perugia che è un eccezionale opera d'arte. “Carpace” di Castelbuono, disegnata da Arnaldo Pomodoro, uno dei maggiori scultori contemporanei. E' una interessante scultura all'interno della quale si produce un elegante Sagrantino di Montefalco.


Sax 2 & 3

Benvenuti al Wining & Dining nel  Nord Ovest del Pacifico

Relatore: Julie Pegg (Journalist realfoodtraveller.com & EAT Magazine, Canada)


I vitigni della British Columbia, di Washington e  Oregon  spuntano come i funghi, producendo vini pregiati nei climi più freddi. Anche gli artigiani, i contadini e i cuochi celebrano il terroir unico e la generosità di questa regione. Le verdi vallate, le montagne boscose e  il respiro dell'aria frizzante dell'oceano ci consentono di apparecchiare la tavola con il meglio del Pacifico Nord-ovest. 


12.00 – 12.40
Session 1.2


Sala Town Hall
(Auditorium)

Rassegna televisiva delle celebrità del vino – passato presente e futuro

Relatori: Roie Edery, Aleksey Klempner & Mark Thompson (Rassegna televisiva delle celebrità del vino, USA)

 

La rassegna televisiva delle celebrità del vino iniziò nel 2009 come spettacolo televisivo web incentrato su celebrità ed esperti del settore del vino che parlavano della loro passione per il vino. Lo spettacolo ebbe successo e divenne uno spettacolo della tv tradizionale. Siamo lieti di condividere i nostri piani per il futuro con il pubblico di International wine Tourism Conference  e di poter parlare di vino ed intrattenimento. La relazione prevede anche un intervista allo Chef Fabio Viviani. Fabio è nato in Italia, ora vive negli Stati Uniti e sta facendo delle cose meravigliose per la TV americana. (Dominos Pizza, Terlato wines, Yahoo TV, Bravo, NBC ed altro).


Sax 1

Chi è l'eno-turista dell'epoca moderna?

Relatore: Melba Allen (Oeno.com, France)

Gli enoturisti oggi giorno non visitano più soltanto le cantine. L'eno-turista di oggi  è una persona complessa ed al tempo stesso semplice che si aspetta qualcosa in più al visitare la cantina o la regione vinicola. Il più delle volte è alla ricerca di esperienze particolari che non si possono avere quando si fa visite in gruppo. Quali sono alcune di queste ricercate esperienze?


Sax 2 & 3

Come le nuove tecnologie cambieranno il mondo dell'eno-turismo

Relatore: David Lowe (Big Pinots, UK)

Le tecnologie di oggi sono qualcosa in più di semplici social media. Questa presentazione svolge un lavoro di ricerca  su come  Augmented Reality, ed altre nuove tecnologie possono essere usate per trasformare positivamente il futuro dell'eno-turismo. Include uno sguardo su come altri settori stanno usando queste tecnologie con successo per dare un valore aggiunto ai loro clienti, si faranno esempi di come il settore dell'eno-turismo ne possa trarre benefici. 

 

13.00 – 14.30
Ristorante New Orleans
“Firmato Puglia” Lunch sponsored by Movimento Turismo del Vino Puglia


15.00 – 15.40
Session 1.3


Sala Town Hall
(Auditorium)

Nuove opportunità e sfide sull'eno-turismo in Francia. Focus speciale su Burgundy

Relatore: Laurence Cogan (Dijon Business School, France)

Al di là del fatto che la Francia è il paese numero uno al mondo come meta turistica e   uno dei paesi che maggiormente producono vino, l'eno-turismo è ancora relativamente sottosviluppato. Il modello Francese è caratterizzato da una tradizione storica di  vinificazione, ma la maggior parte di produttori sono piccole realtà. Una recente diagnosi della situazione francese a rilevato un certo numero di problemi: inadeguatezza tra l'offerta e la crescente domanda di prodotti enoturistici, scarsa collaborazione tra I privati ed il pubblico, non comunicabilità tra il settore del vino e quello del turismo e la necessità di migliorare la qualità dell'offerta dell'enoturismo. Noi esamineremo quindi chi sono gli enoturisti in Francia e quali sono le motivazioni che  li portano a visitare una regione vinicola. Ci concentreremo poi sull'enoturismo nel Burgundy e sullo studio di alcune delle migliori pratiche sviluppate in questa regione.


Sax 1

Movinclick. Vino & Turismo 2.0 (Industry Presentation)

Relatore: Daniele Cirsone (Movinclick, Italy)

 

La presentazione di un'assolutamente nuovo social network wine & food italiano, che ha delle innovazioni strutturali e concettuali molto forti. Analisi delle prospettive concrete per il web 2.0, con relative applicazioni e vantaggi per tutti gli interessati.


Sax 2 & 3

Un senso del luogo: come sfruttare la vostra regione & località per migliorare l'esperienza dei clienti

Relatore: Mary Cressler (Vindulge Wine Education & Consulting, USA)


Il consumatore è travolto dalle informazioni quando viaggia verso una specifica meta. Questo seminario esplorerà l'importanza di ottimizzare il proprio punto di vista sulle organizzazioni all'interno di una regione, condividendo la propria storia e attraendo I clienti giusti per creare un guadagno;  evitando le tattiche che potrebbero entrare in conflitto con il marchio che si sta cercando di promuovere.

Non è necessario spendere molti soldi per attrarre I giusti ospiti nella propria azienda. In questo seminario verrete a conoscenza di strumenti utili per aiutare a connettere la propria azienda con gli ospiti condividendo con loro che cosa rende i vostri prodotti e la vostra regione unici.

 

16.00 – 16.40
Session 1.4


Sala Town Hall
(Auditorium)
Plenary Session by Jane Hunt Master of Wine


A luglio 2012, Jane Hunt MW compirà 35 annidi lavoro nel settore dei vini in Inghilterra.

Una fortuita presentazione fu necessaria nel 1974 quando a 19 anni era impiegata come assistente di lingua inglese alle Cantine Lungarotti di Torgiano, Umbria in Italia, un ruolo che ha rivestito per quasi due anni.

Ebbe l'opportunità di sviluppare un futuro nel mercato del vino in Inghilterra nel 1977 quando lavorò nell'Ufficio di pubbliche relazioni da  John Harvey & Sons Ltd a Bristol facendo visite guidate nel Museo del vino e guidando degustazioni di  sherry.

Nella sua carriera ha conosciuto diverse aziende sia come freelance che con attività di volontariato nel settore del vino, come compratrice, venditrice, nel settore marketing, relatrice in conferenze, nella didattica,  nel giornalismo, nella promozione generica, come giudice di gara e gestione degli eventi. In più è stata per più di 20 anni ed è tuttora Guida dei vini  per eno-vacanze organizzate in Francia, Italia, Sud Africa, Cile e Argentina.

Dal 1999, gestisce la sua aziendaHunt & Coady Ltd insieme alla socia in affari Tina Coady. La società e specializzata in gestione eventi specificatamente nel settore del vino e nella gran parte dei loro eventi promuovono l'Italia, l'Argentina e in misura minore anche in Francia. Recentemente stanno anche lavorando con la Slovenia, un'importante riscoperta dell'ex  Yugoslavia.

Jane Hunt ha ricevuto la borsa di studio aziendale Vintners 'nel 1981 (come la seconda donna in assoluto) ed è diventata un Master of Wine nel 1985 ..


Eno-turismo – A Personal View – Successi ed insidie


Avendo avuto la fortuna di aver visitato molte cantine in tutto il mondo per più di 30 anni come studente, compratrice, giornalista, importatrice, venditrice, promotrice, gestione eventi e guida per le visite, credo di essere qualificata ad avere un'idea del potenziale dell'enoturismo e di come le cantine dovrebbero incassare questa opportunità a loro vantaggio.

L'esperienza povera può essere ricordata anche come un'esperienza forte, ma non come un'esperienza veramente meravigliosa  La maggior parte dei visitatori se ne renderanno conto in 10 minuti – ancora prima di assaggiare il vino!!

E' quindi fondamentale che si fornisca una “buona esperienza” e ci sono molti elementi che possono renderlo possibile. Nel mio discorso, io propongo di parlare di entrambe, le opportunità di successo e le insidie causa di fallimento.

E' utile ricordare la “legge dei 250” - sia che un'esperienza sia stata buona o cattiva, è provato, che verrà trasmessa tramite amici e familiari  e che potrà arrivare alle orecchie di 250 persone!!

 

17.30 – 19.00
After Conference Programme


Sala Town Hall
(Auditorium)

The Many Flavours of Italy. Tasting led by Jane Hunt MW.

’Italy is home more individual and varied indigenous grape varieties than any other wine-producing country.  Recent years have seen resurgence in ‘rediscovering’ the best amongst them.  This combined with greater understanding that the fundamental quality of any wine starts with that of the grapes at the time of harvest has done much to allow very considerable improvements in the quality of many previously little-known Italian wines.

To be presented at the guided tasting will be the Scacciadiavoli Rosè Brut Metodo Classico from Scacciadiavoli Winery, Colle Imperatrice (white) from the Cantine Astroni Winery, Terre Vineate (white) from the Palazzone Winery, Decugnano Il Bianco from the Decugnano dei Barbi Winery, Sucano (red) from theMadonna del Latte Winery, L’Arringatore (red) from the Goretti Winery, L’Andrea (red) from the Castello Monte Vibiano Vecchio Winery, Rubesco Vigna Monticchio (red) from the Cantine Giorgio Lungarotti srl Winery, Montegauro (red) from the Cantine Grotta del Sole Winery, Turriga (red) from the Cantine Argiolas Winery, Pago Dei Fusi (red) from the Terredora Winery, Sagrantino di Montefalco Uno di Dieci (red) from the Tenuta Alzatura CecchiWinery, Montefalco Sagrantino (red) from the Azienda Agraria PerticaiaWinery, Chiusa di Pannone (red) from the Antonelli San Marco Winery, 25 Anni Montefalco Sagrantino (red) from the Arnaldo Caprai Winery, Picolit (sweet white) from the Aquila del Torre Winery.

19.15 – 22.30
Evening  Social Programme

An Evening with the Goretti Family

Highlights

Savour local delights, including local wines, grappa, honey, oil and balsamico
Tantalize your tastebuds with different Goretti wines and food pairings
Become versed in Old World winemaking and cultivation methods from vineyard owners
Tour the winery and understand what it takes to create a 90 rated wine in a DOCG
Listen to winemakers uncover the essence of Wine therapy
Experience the tradition and flavour of four generations of vintners

Anyone who is interested in taking part in this winery visit should purchase their ticket, on a first-come-first-serve basis, at the Wine Pleasures Information and Registration Desk in the Hotel Gio. 15 places available.

Meet Hotel Gio reception. Bus leaves at 19.30. Price: 47 Euros per person. Includes transport, winery visit followed by a wine tasting dinner using local products and cooked by grand-mother Nonna Marcella.


Tuesday 31st January

09.00 – 18.30
Registration Desks Open


09.00 – 18.30
Exhibition Open

09.30 – 10.20
Session 2.1


Sala Town Hall
(Auditorium)

Franciacorta e Garda: uno sguardo diverso alla scena vinicola di Brescia.

Relatore: Antonio Grimaldi (Vinando Tour, Italy)

 

Franciacorta ha raggiunto un successo molto ampio. Può questa esperienza essere trasmessa al Garda, l'altra area vinicola meno conosciuta? Con la giusta organizzazione ed il coinvolgimento di tutti gli attori è possibile.  Vinando Tour è un'agenzia che come scopo ha quello di creare un progetto per l'intera provincia di Brescia, puntando a mettere I protagonisti del vino al centro della scena.


Sax 1

Is formal wine education important for tasting room tour guide staff?

Relatore: Robbin Gheesling (Vineyard Adventures, Italy)

 

What certification, if any, should your tasting room staff or tour guide staff obtain? There are several wine certification programs worldwide. Some have several levels of education and each have a different focus. This workshop will present and summarize the different options and illustrate their strengths and weaknesses for the wine tourism industry.  


Sax 2 & 3

Le migliori pratiche per incrementare il traffico nelle aree vinicole

Relatore: Terry Sullivan (Wine Trail Traveler LLC, USA)

 

Lo scopo di questa presentazione, fatta dal proprietario di  Wine Trail Traveler LLC, è quello di incoraggiare le cantine e le aree vinicole ad usare misure specifiche per incrementare il traffico nelle sale degustazioni delle cantine e nelle aree vinicole. La presentazione si basa su delle visite svoltesi in più di 750 cantine/vigneti in molte zone del mondo, chiacchierate con produttori di vino, proprietari di cantine, viticoltori e consumatori.


10.30 – 11.00
Coffee Break sponsored by Movimento Turismo del Vino Italia
Trumpet Area


11.00 – 11.40

Session 2.2


Sala Town Hall
(Auditorium)

Vincere il dollaro dell'eno-turista americano

Relatore: Stephen Fallows (Vinusus, Spain) & Norman Oches (Vinusus, USA)

 

L'eno-turismo americano è uno dei segmenti del settore del vino in Europa con una crescita più rapida. Quali sono le loro necessità, sono queste soddisfatte? Questa presentazione analizzerà le aspettative dell'eno-turista americano, e usando l'Umbria come esempio, discuteremo delle opportunità e le sfide che le cantine europee incontrano quando vanno ad attrarre il dollaro del turista americano.

Sax 1

Arte ed architettura contemporanea: ingredienti per il successo delle mete dell'eno-turismo.

Relatore: Terry Stevens (Stevens & Associates, UK)

 

I consumatori stanno sempre più selezionando, cercando mete che soddisfino tutti gli aspetti del loro moderno stile di vita. Arte e architettura contemporanea stanno sempre più emergendo come aspetto chiave di questa domanda e caratteristica per lo sviluppo futuro di mete turistiche. Molte destinazioni eno-turistiche hanno già abbracciato questo fenomeno con successo, ma come si può sviluppare questo aspetto in futuro?


Presentazione di una nuova eno-architettura sulla base di esempi selezionati di Tenute vitivinicole in Germania, Austria e Lussemburgo. Uno concetto sarà il nuovo marchio  Vinothek Mittelrhein del  Gault Millaut Winemaker dell'anno 2012.


Sax 2 & 3
Aggiungendo il tocco dell'uomo


Relatore: Tom Plant (WINEormous, USA)


L'importante è lasciar capire ai tuoi lettori di chi stai scrivendo. Presentare il fatto in se stesso non è abbastanza: devi presentare  una storia avvincente per trascinarli dentro


12.00 – 12.40
Session 2.3


Sala Town Hall
(Auditorium)


Il vino nel Turoismo – L'approccio australiano allo sviluppo dell'enoturismo

Relatore: Robin Shaw (Winemakers' Federation of Australia)

 

L'Australia è all'avanguardia sullo sviluppo dell'enoturismo con più di 1600 cantine che attivamente promuovono esperienze eno-gastronomiche in tutto il paese. Come è stato possibile arrivare a questo in meno di una decade? Scopri la chiave per creare una meta eno-tuirstica di successo, regalando esperienze eno-turistiche eccezionali e il potere di una strategia nazionale unificata.


Sax 2 & 3

Connettiti con I visitatori e trasformali in clienti a lungo termine.

Paul & Merrill Bonarrigo (Messina Hof Winery & Resort, Texas, USA)

 

L'enoturismo sta crescendo in tutto il mondo. Sempre più cantine e mete enoturistiche stanno aprendo le loro porte. Loro sono in concorrenza per lo stesso cliente. In un ambiente di competizione, pirateria aziendale,  clienti incostanti con una scelta illimitata, e molte scelte di esperienze virtuali, la fidelizzazione del cliente è la cosa più importante. Impara come.

 

Sax 1

Shut up! Let your wine tourist do the talking! Discourse analysis in the tasting room.

Speaker: Anthony Swift (Wine Pleasures, Spain)

 

Quante volte abbiamo visitato una cantina per ascoltare il responsabile che ci diceva che aroma avremmo dovuto percepire, che colore, che sapore ecc..se potessimo misurare il tempo del discorso probabilmente ci renderemmo conto che il responsabile della cantina ha parlato il 90% del tempo e che il cliente soltanto il 10%!! In questo pratico workshop dimostreremo come far parlare il cliente per il 90% del tempo ed il responsabile della cantina solo per il 10% ...

13.00 – 14.30
Ristorante New Orleans
Lunch.


15.00 – 15.40
Session 2.4


Sala Town Hall
(Auditorium)


Tirare fuori le parole – Marketing per i Millennials

Relatore: Michael Wangbickler (Balzac Communications & Marketing, USA)

 

I consumatori di vino Millennial (Età 21-34) sono il segmento più in crescita nel settore del vino  Non pensano né comunicano come I loro padri o I loro nonni. Sono nati dopo internet, sono tecnologici e affamati di informazione sul vino. Scopriremo I mezzi disponibili per le cantine e le aree vinicole per comunicare con questa nuova generazione.


Sax 2 & 3

Le strade del vino in Friuli Venezia Giulia

Relatore: Chiara Tuppy (Movimento Turismo del Vino FVG )

 

Negli ultimi due anni MTV Friuli Venezia Giulia ha lavorato intensamente in un progetto: creare una rete di strade del vino nell'area centrale della regione sotto uno stesso logo e con una strategia coordinata. Lo scopo del progetto è quello di connettere I protagonisti del vino delle province di Gorizia ,Pordenone e Udine  per dare agli enoturisti tutti I servizi di cui potrebbero aver bisogno.


Sax 1

Dall'Iltalia con amore: Portare I vini italiani sulle tavole degli Stati Uniti

Relatore: Jennifer Waters & Thaddeus Buggs (Minority Wine Report, USA)

 

Il vino in America sta cambiando, il consumo cresce mettendo gli Stati Uniti sulla strada per essere il più grande mercato di vino in termini di volume. Ma le complicate leggi italiane sul vino e le sue denominazioni si perdono tra I clienti americani che semplicemente non se ne interessano. L'Italia deve capire I differenti gruppi di età americani, il loro modo di acquistare e cosa influenzerà le loro decisioni nel futuro.

 

 

15.45 – 17.30
Session 2.5

Sala Town Hall
(Auditorium)

The Premiere Film showing in Italy of “Life on the Douro”

Life on the Douro is a documentary by Zev Robinson tracing 300 years of history of the Douro wine producing region in Portugal with the direct, living ties with the present. The film is the product of 45 days of filming over the course of five trips in 15 months, and 28 people, many of key figures, were interviewed.

“Life on the Douro is a documentary connecting 300 years of history with the current situation in Porto and the Douro and the recent rejuvenation of the region. Many of the interviewees talk about their family history going back two and three centuries as if they had lived it themselves, in great detail, intimacy and warmth, and often with a great sense of humour as well. I've been lucky to have such fantastic material to work with - the personal stories, the history of the region, and the breath-taking terraces and scenery - all which has lent itself to my concerns of creating a strong story structure and powerful imagery.
The story of wine in general is widely unknown, and if more people would be aware that it is much, much more than just a beverage, I believe there would be much greater interest in it. This is especially true for Portugal, a country that historically has had a wide-spread influence across the globe but is a relatively unknown quantity today. Whereas Port and Douro wines are considered excellent amongst experts, they don't have the same wide-spread reputation as those of other countries” Zev Robinson.

During the screening you will have the chance to taste different Ports.

 

16.00 – 16.40
Puglia: Sinergia Nazionale, Originalità Locale

Sax 2 & 3

Relatore: Dario Stefano (Assessore all'Agricoltura della Regione Puglia e Coordinatore degli Assessori Regionali all'agricoltura)


La Puglia è un esempio dello sviluppo del turismo enogastronomico e dell'interazione con le zone locali. E' un privilegiato osservatorio per capire il ruolo importante di MTV come  mezzo di comparazione tra le differenti regioni, e come stimolo per la creazione di sinergie locali.

18.00 – 19.00
Afternoon Conference Programme


Sala Town Hall
(Auditorium)

Vina Croatia Experience. Tasting led by Saa piranec (Vina Croatia - winemakers union & HGK - Croatian Chamber of Economy)

Croatia is lucky to have inherited numerous indigenous varieties from its rich centuries-old wine tradition. Even today, when fashion dictates absolutely everything, even the type of grapes grown in vineyards, Croatia's own wine varieties have managed to preserve their primacy in the total assortment in the country. Today Croatia has approximately 60 grape varieties in commercial production, with as many as 200 varieties which can still be found in vineyards. However, in such a numerous population, three varieties stand out as the most important ones, Graevina (gra-she-vi-na) in Continental Croatia, Malvazija Istriana (mal-va-zia) on the Istrian Peninsula and Plavac Mali (pla-vatz ma-li) in Dalmatia. Together, the three varieties, each the leading representative of its region, occupy as much as 47% of the total area. During International Wine Tourism Conference 2012., we will present some of the most successful examples of each of these varieties, as well as several representatives from other major varieties. Meet the richness of Croatian wine expression. Cheers!

Sax 2 & 3

“Tutta Puglia” Wines of Puglia Tasting


Puglia region is located in the heel of Italy's boot. It's been a natural bridge to the Orient culture since the ancient times (1000 BC). There are a lot of distinctive characteristics that identify Puglia wines as unique, but main ones are: a millenia-old wine- making tradition - so a natural wine-making know-how - and an environment that's extremely hospitable for vines, because only 1.5 percent of Puglia's land is mountainous, the other 98.5 percent is divided into level land and hilly regions. Puglia has abundant sun exposure, few rainfalls and a natural breeze coming off the two seas that surround the region which purifies and enriches the vineyards.

19.15 – 22.30
Evening  Social Programme

Visit to the Chiorri winery


Taste wines from the D.O.C Colli Perugini and IGT Dell’Umbria
Experience the Azienda Vitivinicola Chiorri, where the ultimate desire is to offer a wine capable of “adding positive emotions and infinite moments of joy”
Taste the native grapes, including Greghetto, Trebbiano, Malvasia, ans Sangiovese
Tour the vineyard and learn the methods of harvesting and bottling which combine tradition and technology
Enjoy views of Assisi and Todi while sipping on Sangiovese at the Chiorri Winery
Socialize with long time natives ready to answer any questions one might have about the fascinating wine world
Discover a piece of the Strada del Cantico in the heart of a territory rich in natural, historical artistic and cultural influences

Anyone who is interested in taking part in this winery visit should purchase their ticket, on a first-come-first-serve basis, at the Wine Pleasures Information and Registration Desk in the Hotel Gio. 15 places available.

Meet Hotel Gio reception. Bus leaves at 19.30. Price: 42 Euros per person. Includes transport, winery visit, wine tasting and dinner.

 

Wednesday 1st February

08.30 – 15.00
Registration Desks Open


09.00 – 17.00
Exhibition Open

09.30 – 10.15

Session 3.1


Sala Town Hall
(Auditorium)

Workshop: Nuovi tour enogastronomici con Insight Vacations

Relatore: David Lowe (Insight Vacations)

 

Dopo il successo di Insight Vacations’ il nuovo tour francese focalizzato sul vino, il Premium scorted Tour Operator spiega che cosa cercano I loro clienti e perché l'enoturismo è un settore del loro portafoglio che deve essere sviluppata. Questo workshop fa un osservazione su cosa è richiesto ai fornitori e li aiuta a costruire una nuova serie di viaggi basati sul vino (e il cibo).

The introduction to the workshop will:
Outline Insight Vacations’ aims and goals as a brand
Review current customer trends
Reveal the profile of the brand’s typical customer (including their motivations and expectations)
Explain why wine tourism is a perfect addition to the brand’s portfolio
Confirm the business’ requirements for successful wine/food-based tours

Le visite basate sul vino dell'Insight Vacations’ inaugurale si svolgeranno in  Champagne, Alsazia e Burgundy. Pensi che dovrebbero visitare la tua vigna, ristorante o area? Ci sono altre mete che potrebbero considerare al di là di Italia, Francia e Spagna? Puoi offrire un'esperienza unica ai tuoi clienti? Questo workshop è un'opportunità per essere coinvolti nella creazione di una nuova serie di viaggi basati sull'enogastronomia che la società spera di sviluppare per il 2013. Se avete una cantina, un hotel, un ristorante, una guida turistica, un ufficio turistico regionale, uno specialista del vino, o altri venditori, e volete scoprire come essere coinvolto in questi nuovi tour, questo è il workshop che non potete assolutamente perdere.

Sax 2 & 3
Educazione al vino e perché l'Italia ha bisogno di WSET 

Speaker: Gillian Arthur, (Excol Udine, Italy)


C'è un gran bisogno di formazione tra I professionisti del vino in Italia. L'educazione al vino è sempre stata nelle mani dell'AIS, che ha sempre fatto corsi per sommeliers. La formazione per altre figure professionali del settore: compratori, export manager, operatori enoturistici? Semplice non c'è nessuno che fornisce questo tipo di formazione.

Se l'Italia vuole raggiungere mercati stranieri, attrarre turisti e compratori e competere in un mercato globale ha bisogno di formazione adatta al 21esimo secolo.

10.30 – 11.00
Coffee Break
Trumpet Area


11.00 – 11.40
Session 3.2


Sala Town Hall
(Auditorium)

The Innocents Abroad

Relatore: Diane Letulle (Wine Lover’s Journal, USA)

 

Gli americani sono abituati ad un esperienza enoturistica impersonale ma sfavillante che raggiunge l'apice  in Napa Valley. Cosa succede quando gli americani visitano le cantine europee? Potrebbe esserci una raccolta di disavventure come da “The Innocents Abroad” di Mark Twain. Questa presentazione che cosa c'è di giusto o sbagliato nell'enoturismo in Europa da un punto di vista americano

Sax 2 & 3
La tua guida digitale per scoprire I vini Siciliani

Relatore: Dario Cartabellotta  (Istituto Regionale della Vite e del Vino) Asel Beisembayeva (FCS S.r.l., Winecode® project ) Industry Presentation.


Lancio ufficiale dell'applicazione da cellulare "Sicily Wine Tour" per Apple and Android devices. Created by Winecode® project (FCS S.r.l.) in collaborazione con l'Istituto Regionale della Vite e del Vino (IRVV) della Regione Sicilia. Un apparato mobile interattivo che aiuterà gli amanti del vino ad esplorare I vini Siciliani come mai prima!


Sax 1

Enoturismo in Germany – una chance per l'Income!

Thomas Schilde, (Sport+Reisen, Germany)

I viaggi enoturistici in Germany sono uno dei segreti di successo. Dopo questa presentazione vi renderete conto di cosa vi perderete se non farete il vostro prossimo viaggio in Germania. 9 milioni di ettolitri di vino tedesco eccezionale nelle 13 aree vitivinicole di tutta la Germania aspettano di essere bevuti.


12.00 – 12.40
Session 3.3


Sala Town Hall
(Auditorium)

Sviluppo dell'enoturismo in Cile – una strada del vino o no?

Relatore: Jamie Verbraak (Viña Casa Marin, Chile)

 

La valle di San Antonio è una delle più nuove valli del vino in Cile. Situata a solo 4 km dalla costa. Ho fatto uno studio sull'enoturismo, l'enoturista le sue motivazioni e i suoi comportamenti. Per di più il punto chiave dello sviluppo dell'enoturismo è il suo impatto e le strategie di sviluppo. La soluzione è sempre una strada del vino...?


Sax 2 & 3
L'enoturista casuale


Relatore: Bill Eyer (Cuvée Corner Wine Blog, USA)

Vuoi scoprire le motivazioni dell'enoturista di oggi, le sfide, I trend e soprattutto I benefici dell'enoturismo? Ascoltate e anche voi sarete premiati con nuove direzioni e informazioni su come iniziare la festa nel vostro angolo di mondo

Sax 1

Destinazioni per visite in cantina e in spat; Wine Therapy

Relatore: Jochen Erler (Circle of Writers)

 

La mia seconda presentazione, lo scopo è quello di stimolare I tour operator  a combinare l'enoturismo con il spa wellness. Proporrò nuove mete turistiche in Europa adatte a questa combinazione. Parlerò anche dell'affascinante wine therapy che si basa sul nutrire la pelle con l'olio dei semi dell'uva.


13.00 – 14.30
Lunch.
Ristorante New Orleans

15.00 – 15.40

Session 3.4

Sala Town Hall
(Auditorium)

Meta enoturistica, la Georgia

Relatore: Ia Tabagari (Georgian Incoming Tour Operators Association, Georgia )

Ia Tabagari spera di trasformare la Georgia in una significante meta enoturistica. Trasmette la storia della Georgia ai partecipanti. Prodotti di qualità, tradizione di viticoltura di lunga data, strutture accoglienti. Ma la vera chiave del successo è l'unione. Tutti condividono la stessa strategia. Se questo succede arriverà il benessere e la prosperità. Il messaggio è che le cantine e l'industria dell'enoturismo non devono guardarsi l'un l'altro come competitors.

Sax 1
Vino d'attualità un viaggio in aziende vinicole, con esempi di architettura del vino moderna in Germania, Austria e Lussemburgo

Relatore: Wolfgang Volk, (Arttours, Germany)


Presentazione della nuova architettura del vino sulla base di esempi selezionati in Germania, Austria e Lussemburgo. Un concetto sarà il nuovo marchio Vinothek Mittelrhein del Gault Millaut Winemaker dell'anno  2012.


Sax 2 & 3

Il ruolo del Festival del Vino l'enoturismo e l'identità regionale

Relatore: John Hudelson (Central Washington University, Ellensburg, WA USA)

La fedeltà al cibo locale e la cultura del vino è in aumento tra I consumatori che scappano dalla mediocrità dei franchising negli Stati Uniti. Questo studio focalizza un festival del vino AVA di successo. Più di 400 interviste durante I due giorni del festival del vino di Hudson Valley. I risultati dello studio evidenziano I meccanismi che permettono al festival di incrementare l'enoturismo nella zona e supportano un'identità regionale e una stabilità economica. 

 

16.00 – 16.40
Session 3.5


Sala Town Hall
(Auditorium)


Strada del Vino 2.0: analisi e nuove opportunità

Relatore: Donatella Cinelli Colombini  Antonio Gnassi (Donatella Cinelli Colombini, Italy)

Questa presentazione indaga su quali sono le offerte enoturistiche delle Strade del Vino sul web. Gli " amanti del vino 2.0" oggi non sono semplici visitatori, si aspettano di sapere sulle cantine quando visitano I loro siti e vogliono “degustare l'esperienza” su social platform per acquisire informazioni ed essere in contatto con I titolari ed altri amanti del vino 2.0.

Hanno il mondo con loro, controllano nel loro smart phone e paragonano prezzi e qualità in tempo reale. Gli amanti del vino 2.0 usano I social media per costruire relazioni sociali e trovare inspirazioni.

E' il sito delle Strade del Vino pronto per tutto questo? Un nuovo approccio verrà suggerito basato sulle necessità degli amanti del vino e sul loro linguaggio e canali di comunicazione.


Sax 1

Surfer to Sipper: Caratteristiche del sito Webche inspirano visite in cantina di  Real-Life

Relatore: Donna Sears (F.C. Manning School of Business, Acadia University)

Ricerca sulle caratteristiche dei siti web che influenzano le scelte del consumatore sul turismo del vino.



Sax 2 & 3

The Quality of Food and Wine Tours: the Umbrian Experience

Speaker: Avelio Burini, (Centro Estero, Italy)

 

Oltre ad essere la terra dei Santi l'Umbria è anche la terra del vino. Favorita da un clima particolarmente mite, è particolarmente adatta alla coltivazione di viti, in parte per le caratteristiche geo-morfologiche della terra, generalmente permeabile, che favorisce la crescita e la piena maturazione dell'uva.


Oggi la Strada dei Vini del Cantico rappresenterebbe un'unione originale tra atmosfere, colori, magia e tradizione dei più rappresentativi posti dell'Umbria e l'armonia dei suoi vini e delle sue specialità gastronomiche.

La Strada dei Vini del Cantico aiuta I visitatori a scoprire antichi villaggi, città, castelli, chiese, e abbazie per creare un'esperienza di viaggio attraverso la tradizione che oggi anima I momenti di grande vivacità e interesse.
Si può percorrere e la strada dei vini del Cantico prendendo la vecchia rete di strade, seguendo una scena secondaria con la macchina o con la bicicletta.

Sax 2 & 3

Umbria nel Bicchiere - Umbria in a Glass

Relator: Antonio Boco (Camara di Commercio, Italy)

“La piccola regione fa il vino buono” consentitemi di usare questo detto popolare per descrivere il vino per come lo conosciamo noi oggi in Umbria, l'incredibile storia dei vini storici. Il moderno know-how di molti viticoltori.

17.00 – 17.40
Sala Town Hall
(Auditorium)

Plenary Session by Chiara Lungarotti (President Movimento del Turismo del Vino, Italy)

Italian Wineries Speak and a New Tourism Strategy is Born

 

L’associazione nazionale Movimento Turismo del Vino ha investito, dopo anni di lavoro finalizzato a diffondere il trend dell’enoturismo e coinvolgere attivamente oltre 1000 cantine socie sull’intero territorio,   su una ricerca statistica dedicata a tracciare il profilo, le tendenze, il volto dell’enoturista in Italia oggi.
 Si tratta di un primo ed importantissimo esperimento di indagine e per questo motivo abbiamo scelto di collaborare con una importante agenzia di ricerca, il Centro Italiano di Studi Superiori sul Turismo e sulla Promozione Turistica di Assisi 
uno degli istituti di gestione del turismo del paese.    La collaborazione della maggior parte della cantine socie è  fondamentale per ottenere   gli strumenti di studio e definire le caratteristiche del nostro turista.
Il risultato dell’indagine verrà esposto dalla nostra Presidente Nazionale, Chiara Lungarotti, in occasione dell’intervento di chiusura dell’ International Wine Tourism Conference and Workshop che dal 30 gennaio al 2 febbraio la nostra nazione avrà l’onore di ospitare in Umbria.
Questi in sintesi gli ambiti di indagine :
 
A comporre il volto dell’enoturista hanno concorso domande di carattere anagrafico, sulla provenienza, sui periodi scelti per visitare una cantina, sull’interesse nei confronti delle iniziative speciale, sull’interesse nei cibi di territorio, sull’interesse nelle città e luoghi d’arte vicini e legati alle cantine e come questo valore aggiunto arricchisca il numero di visite .
Si è inoltre voluto scoprire quali siano i mezzi di conoscenza delle opportunità di visita, quanto vino infine viene acquistato …

 

17.45 – 18.20
Sala Town Hall
(Auditorium)

Closing Plenary Session by Zlatan Muftic (Zagreb Tourist Board & Convention Bureau, Croatia)

Croatia as a grape escape destination

 

Quando la gente pensa alla Corazia probabilmente non pensa al vino. Adesso è ora di farla ricredere. La Croazia ha molti grandi vini che stanno diventando famosi in tutto il modo. In questa relazione faremo il giro della Croazia e vi mostrerò alcune mete enogastronomiche che il paese offre, dal nord al sud e, ovviamente, nella capitale, Zagabria.

 

 

18.20 - 18.30

Announcement of the venue for the 5th International Wine Tourism Conference & Workshop 2013. Conference Closes.

 

18.30 – 19.30

After Conference Programme


Sax 1


Straw wine passito tasting – The Sweet Side of Umbria

Umbria is a region of central Italy known as “The green heart” of the State, because of its unmistakable lush countryside.

It is one of the smallest Italian regions and the only peninsular region that is landlocked. So the climate is quite cold and rainy in the winter, dry and sunny in the summer.

Its winemaking history can be traced back to the Benedictine monks, who were the first to plant vineyards in the region. A land of rolling hills, ancient medieval villages and beautiful abbeys and monasteries, but also of great wines, paired with the unique regional cuisine.
For all these reasons Umbria is an ideal destination for gourmands: it offers an intriguing mix of history, art and culture that is the perfect complement to its fine food and wine.

Sax 2 & 3


Wines of Georgia Tasting.
Georgia has an oldest, continuous, unbroken tradition of wine making in the world which is stretching back for 8,000 years. Over 500 indigenous grape varieties are still cultivated here. Many archaeological finds like wine vessels and cultivated grape seeds - oldest in world- give a prove to world’s leading experts that Georgia is a birthplace of wine. The mention of the ancient traditions of vine growing and high quality wine production in Georgia can be found in the works of Homer and Apollonius of Rhodes. Even the unique Georgian alphabet is modeled after the shape of the vine’s curly offshoots.  Wine is an integral part of Georgian culture, religion and lifestyle including architecture, poetry and unique polyphonic songs.
Wines produced from  Saperavi ( red)  and  Rkatsiteli ( white) will be presented at a tasting during the conference.  

5th Annual International Conference and Workshop 2013 will be travelling to Croatia!
See you there for a glass or two of fine wines!!

 

18.45 – 22.30

Evening  Social Programme

A Superb Visit to Osteria a Priori Wine Bar

Highlights

Enjoy tasty Umbrian food and wine specialties with locavores at a popular Perugia hot spot
Sample variety of the best Umbrian wines from the Montefalco, Orvieto and Torgiano areas, among others
Nosh on fresh italian appetizers with some of the most delectable olive oil selections in the region

Purchase tickets at the Information Desk in the Hotel Gio. 20 places available.
Meet Hotel Gio reception. Bus leaves at 19.30. Price: 42 Euros per person.

 




2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2002