Il vino fa da traino al made in Italy nel mondo

04/02/2013 Negli Usa abbiamo conquistato una posizione leader

Il vino si conferma uno degli asset chiave del made in Italy. Di particolare rilievo il fatto che il prodotto italiano, sempre più di qualità, abbia conquistato posizioni leader in un mercato difficile ed esigente come quello degli Stati Uniti, anch’essi produttori di vino.

Il successo del vino italiano in Nord America è poi completato dalle posizioni importanti conquistate anche in Canada. Nel Nord America le esportazioni di vino italiano valgono oltre un miliardo di euro con un tasso di crescita medio che si attesta sulle due cifre. Il quadro del successo nordamericano è poi completato da un risultato molto importante: se si fa attenzione, alle quantità di vino importate negli Usa tra ottobre e dicembre dello scorso anno, il prodotto made in Italy ha superato l’offerta della Francia e dell’Australia. Un risultato che premia le politiche di marketing italiane e offre una importante spinta nei mesi a venire, durante i quali il prodotto italiano, così come quello francese, dovrà scontare quotazioni elevate dell’euro rispetto al dollaro.

Il vino italiano cresce bene anche in Europa, la Germania, ad esempio, è il secondo mercato dopo gli Usa, e le vendite aumentano intorno al 5% all’anno. Ma i mercati extra Unione Europea saranno il banco di prova decisivo del futuro. In Cina e in Giappone il vino italiano cresce a pieni giri. Decisive a questo punto saranno le politiche commerciali, di promozione, garanzia di qualità e posizionamento a sostegno dei prodotti più richiesti. Determinante anche un impegno forte del Governo per valorizzare i successi di una risorsa strategica per l’"azienda Italia". (Il Sole 24 Ore)




2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2002