Tra vino e meditazione, ecco “Cantine Aperte” in Umbria

26/04/2013 Domenica 26 maggio nel cuore verde dell'Italia numerose iniziative per gli eno-appassionati, tra cui “A tavola col Vignaiolo”

Parte dall’Umbria, in occasione di “Cantine Aperte” (domenica 26 maggio), un messaggio di lenta e rispettosa “degustazione” del nettare di Bacco, ma anche del territorio, in un viaggio nella spiritualità in quella che è la regione per eccellenza del vivere “slow”, patria di numerosi Santi, da San Francesco a San Benedetto, da Santa Chiara a Santa Rita, da San Costanzo a San Valentino.

Il Movimento Turismo Vino dell'Umbria (www.mtvumbria.it) propone “Santi e Vini… nell’Umbria dello Spirito”, una serie di itinerari “enospirituali” di pochi giorni in alcune delle zone più caratteristiche della regione, alla ricerca di un benessere che passa anche attraverso il buon cibo e il buon vino. I percorsi suggeriti mettono insieme turismo ed enogastronomia, facendo della calda ospitalità delle cantine associata al MTV, della genuinità dei loro piatti e della passione e impegno che mettono nella produzione del proprio vino i punti fermi di una vacanza tra piacere e meditazione.

Molte le iniziative in programma per la giornata di domenica 26 maggio (tutti gli eventi e le cantine aderenti su www.mtvumbria.it): dagli happening all’aperto alle visite nei vigneti, dai safari in vigna ai giochi per bambini alle visite in cantina con tanto di degustazioni e abbinamenti, come quello con i prodotti tipici del territorio o con il cioccolato, amico speciale del vino umbro per Cantine Aperte 2013. In molte cantine, l’appuntamento è già sabato sera, 25 maggio, con “A Tavola col Vignaiolo”, occasione di incontro e di stupenda amicizia tra i sapori della cucina locale e le migliori etichette regionali.

“In Umbria il vino è, da sempre, simbolo di amicizia – spiega Filippo Antonelli, Presidente di MTV Umbria - Un tempo, quando nelle campagne si raccoglieva l’uva e si faceva il vino, parenti, amici, conoscenti si riunivano per dare una mano e, oltre al lavoro e all’impegno di fare un buon prodotto, c’era anche il piacere di ritrovarsi tutti insieme e finiva sempre con una gran festa. Con i suoi appuntamenti e con “Cantine Aperte” in particolare, il Movimento vuole riproporre questa atmosfera di amicizia e convivialità. Ma vuole anche far conoscere il vino, contribuire, ormai da anni, alla cultura del bere consapevole. E i risultati ci sono perché sempre più appassionati, giovani soprattutto, arrivano in cantina durante la manifestazione o con autobus e pullmini con autista o con il cosiddetto autista designato, per essere certi di non diventare un pericolo per sé e per gli altri.”

L’Umbria risulta essere la quarta meta enologica più ricercata d’Europa, secondo gli utenti di Trip Advisor nel 2012. Un grande successo, che ha coronato gli sforzi dei produttori nel migliorare la loro accoglienza e ha spinto il Movimento a creare nuovi itinerari che, a partire da “Cantine Aperte”, porteranno gli enoturisti alla scoperta delle zone vitivinicole più interessanti del territorio. Solo l’anno scorso, in occasione di “Cantine Aperte”, l’Umbria ha richiamato oltre 60.000 wine lovers suddivisi in 51 cantine di tutta la regione, a dimostrazione che l’appuntamento risponde all’esigenza di una vacanza ricca e motivata ad un costo accessibile, ma anche di trasparenza e di consapevolezza che il consumatore ricerca sempre di più. Punti che, peraltro, sono divenuti capisaldi anche per le aziende socie del Movimento che proprio alla qualità del prodotto, alla qualità dell’accoglienza al turista e alla cultura consapevole del consumatore si ispirano da sempre e ora più che mai.




2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2002