Nel 2013 le vendite di vino in Italia scivolano del 6,5%

06/03/2014 Nel Belpaese le preferenze dei consumatori sono per i vini leggeri

Tracollano le vendite di vino in Italia ma l'aumento dei listini del 10% "salva" i produttori.

Nel 2013 le vendite nella grande distribuzione sono calate del 6,5% anche se il fatturato è salito di oltre il 3%. L'anno prima i ricavi erano calati di quasi il 4%. Nel canale grande distribuzione si commercializza oltre il 60% dei consumi. Lo stesso copione sui mercati internazionali: nel 2013 l'export dovrebbe superare i 5 miliardi grazie all'aumento dei prezzi ma a fronte di volumi inferiori.

Comunque in Italia si beve meno ma si beve, mediamente, meglio. Le preferenze dei consumatori sono sempre per i vini leggeri e facili da bere.
Oggi è in agenda la conferenza stampa di Vinitaly che quest'anno farà il pieno di espositori: prenotati oltre 100mila metri quadrati netti. Molte le novità, soprattutto per quanto riguarda gli espositori stranieri. Prima però c'è il ProWein (23-25 marzo) a Dusseldorf.

Fonte: Il Sole 24 Ore




2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2002