Anteprime 2015. Si inizia da Verona con l’Amarone, per poi proseguire nelle altre regioni tra ritorni e prime volte in attesa dell’evento dell’anno, Expo Milano

05/02/2015 Un viaggio per il palato attraverso i territori del vino

Cosa riserverà il 2015 al mondo del vino? L’export supererà il record dei 5 miliardi di euro? La vendemmia rimarrà ferma a 40 milioni di ettolitri, come indicano le, non troppo rosee, previsioni di Assoenologi? Di ipotesi se ne possono fare parecchie, ma l'unica cosa che al momento ci è dato sapere è che alla fine gennaio si è aperta ufficilamente la stagione delle grandi Anteprime, a partire, come di consueto, da Verona con il debutto dell’Amarone, per poi proseguire in Toscana e chiudere al Sud con Sicilia en Primeur. E nel mezzo non mancano le novità, come la prima volta del Sagrantino di Montefalco e il debutto del blocco vitivinicolo campano, sotto il nome di Campania Stories. A marzo, invece, sarà la volta degli eventi fieristici di respiro internazionale, in attesa e in preparazione dell’evento degli eventi: Expo di Milano che occuperà un intero semestre del calendario italiano, vitivinicolo e non solo.

A pochi giorni dalla conclusione dell’Anteprima Amarone (31 gennaio – 1 febbraio) di scena nel Palazzo della Gran Guardia a Verona, dove la protagonista assoluta è stata l’Annata 2011, è già iniziato il countdown per l’Anteprima Chianti (14 febbraio); un San Valentino di colore rosso a Firenze con il debutto delle annate 2013 e 2014 del Chianti Doc, e la Riserva 2012. Iniziano così le anteprime della Regione Toscana che animeranno tutto il resto del mese di febbraio: dall’Anteprima Nobile di Montepulciano (14 febbraio – 16 febbraio) nella cornice della Fortezza, con il Nobile 2012 pronto ad essere immesso sul mercato dopo i due anni di evoluzione e la Riserva 2011, alle Anteprime dei Consorzi Doc Bolgheri, Morellino di Scansano, Montecucco, Maremma Toscana, Vini Cortona, Vini di Carmignano, Valdarno di Sopra Doc, Valdichiana Toscana, Vino Orcia, Bianco di Pitigliano e Sovana, Grandi Cru della Costa Toscana, Colline Lucchesi, di scena domenica 15 febbraio all’Hotel Baglioni di Firenze. Fanno gruppo le altre denominazioni toscane - 11 per l'esattezza - che si presentano nella città dei Medici, a conclusione della manifestazione Buy Wine, la borsa del vino toscano che si svolgerà, sempre a Firenze, il 13 e 14 febbraio e, sempre in Toscana, ma nel suo territorio, si presenta (15 febbraio - 16 febbraio) il big bianco dell’enologia toscana: la Vernaccia di San Gimignano con l’annata 2014 e la Riserva 2013. Anche il Gallo Nero sceglie Firenze per la Chianti Classico Collection (17 febbraio - 18 febbraio), la degustazione in anteprima delle annate 2014, 2013, della Riserva e Gran Selezione 2012 con la presenza di oltre 140 produttori mentre a Montalcino c’è grande attesa per l’appuntamento con Benvenuto Brunello, (20 febbraio – 23 febbraio) con i nuovi vini introdotti sul mercato a partire dall’inizio del nuovo anno: Brunello di Montalcino annata 2010, Brunello di Montalcino riserva 2009, Rosso di Montalcino 2013, Moscadello di Montalcino e Sant’Antimo. Alle degustazioni, si aggiunge la proclamazione delle stelle assegnate alla nuova vendemmia appena prodotta, la posa della piastrella celebrativa della nuova annata e la consegna dei Premi Leccio d’Oro.
Da quest’anno prima anteprima per le cantine di Montefalco (Anteprima Sagrantino, 23 febbraio - 24 febbraio) che presenteranno l’annata 2011 del Montefalco Docg, il Montefalco Rosso Doc 2012, Doc Riserva 2011 e Montefalco Bianco Doc e, grazie al concorso per giovani fumettisti italiani e stranieri “Etichetta d’autore 2011”, il Sagrantino avrà anche la sua etichetta celebrativa dell’annata 2011. Il mese di marzo si apre con una collettiva campana “Campania Stories” (2 marzo – 9 marzo) che per la prima volta si presenta agli operatori con tutte le ultime annate dei vini prodotti nelle principali denominazioni della regione, dai rossi ai bianchi. Per gli appassionati di vino rosati doppio appuntamento sulla sponda veronese del lago di Garda: nel salone della dogana veneta il consorzio di tutela del Bardolino presenta al pubblico (8 marzo) il Chiaretto dell’annata 2014, figlio della “rivoluzione rosé” che ha portato i produttori a scegliere un colore molto più tenue rispetto al passato. nella sala civica del municipio è in anteprima un’altra tipica interpretazione in rosa del vino italiano: direttamente dalla puglia il rosato del Salento dell’annata 2014. Edizione numero 12 per l’appuntamento con Sicilia en Primeur (16 aprile – 18 aprile) organizzato da Assovini. Quest’anno attenzione puntata su sostenibilità e biodiversità in attesa di Expo. Quaranta le aziende coinvolte. Vinum, la 38º fiera nazionale dei vini di Langhe e Roero (25-26-27 aprile e 1-2-3-4- maggio) si dividerà come di consueto tra degustazioni, workshop e eventi collaterali in città.




2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2002