Enoturismo in Puglia: al Vinitaly 2012

02/04/2012 Relatori di rilievo per l'incontro dedicato ai 20 anni di Cantine Aperte.

Giornalisti, enoturisti e produttori di varie regioni d'Italia, insieme per analizzare, celebrare e confrontarsi sul tema dell'enoturismo. Un fenomeno sociale, culturale, economico, che ha origine con 'Cantine Aperte', appuntamento che, ormai da venti anni, rappresenta il 'Natale laico' degli appassionati di vino e territorio.

Ad aprire i lavori il giornalista Carlo Cambi, che ha sottolineato come l'enoturismo in Italia sia un fenomeno ormai consolidato, una 'nicchia' turistica in continua evoluzione, che diventa una voce sempre più importante per l'intero comparto turistico nazionale.

Oggi secondo Cambi l'enoturismo vive un momento di svolta, e il confronto con il progetto fallimentare delle Strade del Vino pone ancor più in risalto il ruolo essenziale del Movimento Turismo del Vino nella valorizzazione dei distretti enoturistici: la struttura organizzativa del Movimento è infatti motore di sviluppo dei territori e dell'indotto (artigiani, ristoranti, masserie, agriturismi ecc.), portando dunque un contributo essenziale alla promozione turistica delle diverse aree.

A proposito della capacità di attrazione delle regione italiane, Cambi ha osservato che, oltre alle regioni da sempre considerate 'regine dell'enoturismo' (Toscana, Friuli, Veneto), alcuni territori stanno pian piano guadagnando posizioni nelle preferenze degli enoturisti. Fra le regioni del Sud che hanno compiuto passi da gigante negli ultimi dieci anni c'è senza dubbio la Puglia, dove si registra una crescita esponenziale di questo segmento. Le ragioni di questo fenomeno sono riconducibili a una serie di variabili, come la rivalutazione delle masserie e la loro trasformazione in luoghi di charme, la nascita di una ristorazione di qualità e la riscoperta e valorizzazione dei prodotti tipici locali. Al centro di questo processo spicca naturalmente la nascita di cantine sempre più attrezzate ad accogliere gli enoappassionati in cantina e il progressivo emergere in campo nazionale e internazionale di distretti enologici come quello del Salento, del Primitivo di Manduria e di Castel del Monte.

Dario Stefàno, assessore regionale alle risorse agroalimentari, ha sottolineato che il 'caso Puglia' rappresenta un esempio significativo di regione in cui l'enoturismo è ormai una realtà affermata, un segmento strategicamente importante dell'offerta turistica regionale, oltreché uno spicchio importante dell'economia delle cantine. In questo percorso di crescita, le scelte politiche del governo regionale hanno certamente contribuito a valorizzare il patrimonio enogastronomico e il segmento turistico ad esso collegato, avvalendosi in particolare della competenza, passione e professionalità del Movimento Turismo del Vino Puglia. Attraverso eventi come Cantine Aperte, Calici di Stelle e Benvenuta Vendemmia, infatti, il Movimento ha contribuito a dare quel giusto appeal, rendendo trendy il fatto di viaggiare per scoprire le principali risorse enogastronomiche regionali.

Anche Alessandro Regoli, il fondatore di WineNews.it, ha ricordato che la nascita del Movimento Turismo del Vino, avvenuta nel 1993 ad opera di Donatella Cinelli Colombini, ha rappresentato un'autentica rivoluzione nel mondo enoico. Il giornalista ha ricordato come la sua attività professionale, prima ancora della nascita del celebre Wine Web Site, sia partita proprio con l'attività di ufficio stampa dedicato esclusivamente al settore del wine & food

Infine Sebastiano de Corato, presidente del Movimento Turismo del Vino Puglia, ha illustrato alla platea gli eventi del Movimento in programma per questo 2012, a partire proprio dalla prossima edizione di Cantine Aperte. De Corato ha poi illustrato le principali attività del MTV Puglia, sottolineando la qualità e la varietà dell'impegno portato avanti sinergicamente dai produttori in favore del territorio: aprire le proprie aziende ai turisti, far degustare loro i vini di produzione, raccontare la propria esperienza e condividerla con gli appassionati è infatti il primo segno di un percorso che coniuga cultura, professionalità, passione per il territorio.

De Corato ha poi concluso dando a tutti appuntamento con Cantine Aperte 2012 per domenica 27 maggio.




regione Puglia

2014

2012

2011