SUCCESSO PER CANTINE APERTE IN VENDEMMIA

25/09/2017 Prima domenica d'autunno in Puglia con lo storico appuntamento di settembre del Movimento Turismo del Vino Puglia che ha chiamato a raccolta in cantina gli enoappassionati per condividere il fermento della vendemmia.

La pioggia, in alcune zone della Puglia, non ha fermato il popolo degli enoappassionati che ieri hanno preso parte a 'Cantine Aperte in Vendemmia', lo storico appuntamento di settembre del Movimento Turismo del Vino Puglia, giunto alla sua diciannovesima edizione, che chiama a raccolta gli enoappassionati per condividere il fermento della vendemmia.

Una prima domenica d'autunno tutta dedicata alla scoperta dei primi passi per la produzione del vino, nelle dodici aziende che hanno aperto i battenti nel momento clou dell'anno per vivere l'emozione e l'impegno quotidiano del loro lavoro per produrre vini di qualità.Gli enoturisti hanno potuto scegliere dove fermarsi su tutto il territorio regionale: nella zona di Castel del Monte si sono potute visitare le aziende Tor de' Falchi a Minervino Murge (Bt), Rivera, Conte Onofrio Spagnoletti Zeuli e La Cantina di Andria ad Andria, Villa Schinosa a Trani, Torrevento a Corato (Ba) e Mazzone a Ruvo di Puglia (Ba); più giù, aperte ad Adelfia (Ba) Cantine Imperatore. Nell'area della Magna Grecia aperte a Lizzano (Ta) Tenute Emèra e le Cantine di Lizzano, mentre a Manduria il Consorzio Produttori Vini Manduria. Nel Salento, infine, porte aperte a Salice Salentino (Le) da Leone de Castris.

'Cantine Aperte in Vendemmia' è stata una festa per grandi e piccini, non solo con degustazioni ma anche con un entusiasta coinvolgimento educativo, istruttivo, ricreativo dei tanti enonauti che hanno trovato in cantina un'opportunità di svago allegro e interessante. La manifestazione, infatti, è stata anche un'occasione per conoscere altri prodotti tipici della tradizione pugliese, grazie all'iniziativa delle cantine che hanno coinvolto alcuni 'operatori del gusto' dei loro territori come casari, artigiani del pane, in una giornata che è diventata occasione per la riscoperta di tutto il ricchissimo patrimonio agroalimentare di Puglia, di cui il vino è simbolo e prodotto trainante. Molto apprezzati anche i pranzi in cantina che ha permesso di esaltare al'intensità delle sfumature dei vini made in Puglia.

A questo si sono aggiunte le tante inziative organizzate dai vignaioli come verticali di etichette storiche, spettacoli, attività di approfondimento, mini corsi di degustazione, connubi vino/arte.Ed è stata altissima la richiesta di continuare con queste 'domeniche rurali' durante tutto l'anno, perchè il turismo enogastronomico non ha stagione ed è ricco di nuovi e piacevoli spunti durante tutto l'anno. La solidarietà a sostegno delle popolazioni del Centro Italia colpite dal sisma è proseguita anche per questa 19esima edizione di Cantine Aperte in Vendemmia con l'iniziativa della 'Bottiglia Solidale', progetto ideata dal Movimento Turismo del Vino Marche e adottato da tutte le regioni italiane per contribuire all'acquisto di un'ambulanza attrezzata.

Non sono mancati i winelovers più sportivi dell' associazione FIAB Ruotalibera Bari che, quest'anno, in concomitanza della Giornata Europea della Mobilità Sostenibile, hanno pedalato fra natura e buon bere facendo tappa a Lizzano da Cantine Lizzano.

Cantine Aperte in Vendemmia è inserito in una più ampia programmazione progettuale dal titolo 'Puglia: cultura del vino scoperta di un territorio' presentata dal Consorzio Movimento Turismo del vino Puglia a valere sul fondo di sviluppo e coesione - FSC -2014-2020 'Patto per la Puglia', avviso pubblico per iniziative progettuali riguardanti le attività culturali, promosso dall'Assessorato all'Industria turistica e culturale.

Prossimo appuntamento, nelle aziende socie del Movimento Turismo del Vino Puglia, è per domenica 12 novembre con 'Cantine Aperte a San Martino'. 

CLICCA QUI PER VEDERE LE IMMAGINI DELLA GIORANTA >>




regione Puglia

2014

2012

2011