TERREDORA, una giornata d'autunno: Aglianico con caldarroste e tamorre

15/11/2009 Tipicità e folclore per andare alla scoperta della Campania più autentica 15 novembre, a Montefusco, Terredora apre le sue porte al pubblico di appassionati del buon bere nel clima festoso per la vendemmia conclusa di San Martino in Cantina.

15 novembre, a Montefusco, Terredora apre le sue porte al pubblico di appassionati del buon bere nel clima festoso per la vendemmia conclusa di San Martino in Cantina.
Al debutto domenica 15 novembre 2009, San Martino in Cantina, l'appuntamento targato Movimento Turismo del Vino nato per celebrare in cantina la festa del ringraziamento della vendemmia appena conclusa.
Un battesimo quanto mai gioioso in casa Terredora  per l'onore di essere stati invitati da Wine Spectator a partecipare, 22-24 ottobre u.s., a New York alla Wine Experience, la degustazione delle 250 cantine migliori al mondo.
Per festeggiare i successi raggiunti e i vini che verranno, un'atmosfera nel segno dell'Aglianico, la varietà che conclude, ogni anno, la vendemmia Terredora.
Apertura: 10:00 –14:00  - ingresso libero - per scoprire botti e cellari  e godere di un calice della nuova annata 2008 di  Aglianico Campania con accompagnamento di caldarroste. L'Irpinia è  terra anche da castagneti e la castagne sono, da sempre, un altro grande prodotto tipico e le protagoniste indiscusse in tavola come per strada per combattere i rigori dell'inverno che incombe. Per allietare questa mattinata a riscoprir l'odor dei tini non mancheranno altre indimenticabili sorprese in un'atmosfera calda e nel segno della tradizione, al ritmo delle tamorre.
Per chi vorrà, con ingresso a pagamento (Euro 10:00 a persona), sessione, a numero chiuso,  di degustazione e ad approfondimento intorno al TAURASI, il grande rosso che ha fatto conoscere l'Aglianico nel mondo, ai seguenti orari: 11:00, 12:00, 13:00.
Per gli amanti dell'arte da non perdere la visita al borgo di Montefusco, attraverso i suggestivi vicoli nella quiete dei tempi passati.
Terredora è sempre più profumi e sapori autentici della verde Irpinia, dai declivi aspri da coltivare, ma che l'anima rasserenano!

Per prenotazioni:

eventi@terredora.com

fax 0825.963022