ENOBOOM IN UMBRIA. I Numeri di Cantine Aperte 2004

01/06/2004

Anche quest'anno grande successo in Umbria per 'Cantine Aperte' organizzata dal Movimento Turismo del Vino in collaborazione con il Centro Agrolimentare dell'Umbria e con il patrocinio della Regione dell'Umbria – Assessorato all'Agricoltura e Foreste.
Sono intervenuti circa 70.000 visitatori contro i 60.000 della passata edizione; soprattutto giovani da 25 a 35 anni (60%) che hanno apprezzato l'accostamento alla degustazione dei vini con i prodotti tipici regionali. Il tutto contornato da spettacoli, arte, musica e da una piacevole giornata primaverile.

Provenienti prevalentemente dalle Regioni limitrofe ma non solo (si sono visti anche numerosi stranieri) si sono organizzati in piccoli gruppi viaggiando in moto, auto e pulman organizzati vistando in media almeno 3/4 cantine.
Folla da stadio nelle campagne di Montefalco sempre piu' fenomeno enoturistico su scala nazionale ed internazionale. Ma anche nell'Orvietano le Cantine hanno registrato un ottimo afflusso di visitatori cosi' come nelle cantine della Strada del Vino del Trasimeno e in quella del Cantico (Colli Perugini, Assisi e Forgiano).

A Cantine Aperte sempre piu' numerosa la presenza di operatori del settore (Ristoratori, Enotecari, …) che approfittano dell'occasione per far visita a fornitori già acquisiti ma anche per conoscerne di nuovi.
Si calcola che siano state aperte ben 32.000 bottiglie di vino!!

Anche la solidarietà ha riscosso un grande successo: 16.000 i bicchieri venduti (+ 20% rispetto al 2003) a 5 euro l'uno dal Comitato per la Vita Daniele Chianelli.

'Grande soddisfazione è stata espressa da tutti i produttori – dichiara Eugenio Guarducci Presidente del MTV Umbria - che hanno notato una crescita non solo quantitativa ma qualitativa del pubblico presente. Il successo di Cantine Aperte 2004 darà forza ad un processo già in parte iniziato che riguarda lo sviluppo di pacchetti enoturistici nella nostra regione in armonia con le Strade del Vino. Il Movimento Turismo del Vino stimolerà anche gli Enti locali per una virtuosa ristrutturazione del sistema delle Enoteche Pubbliche che ci auguriamo possano diventare, già a partire dalla prossima edizione, protagoniste attive della promozione enoturistica della nostra Regione'




regione Umbria