L'Umbria apre le cantine e fa il pieno di enoturisti

28/05/2002 L'iniziativa "Il Bicchiere della Solidarietà" ha raccolto 25.000 Euro, devoluti in favore del "Comitato per la vita Daniele Chianelli", che raccoglie fondi per la costruzione di una struttura per accogliere i malati di leucemie ...

L'iniziativa 'Il Bicchiere della Solidarietà' ha raccolto 25.000 Euro,
devoluti in favore del 'Comitato per la vita Daniele Chianelli', che raccoglie fondi per la costruzione di una struttura per accogliere i malati di leucemie

Migliaia di eno-appassionati hanno visitato il 26 maggio le Cantine Aperte dell'Umbria: i 31 'santuari' del buon bere hanno dato il meglio di sé offrendo ai turisti un tour nel gusto e regalando sapori ricercati e raffinati in abbinamento, dal Prosciutto di Norcia all'olio extravergine di oliva, dalla porchetta alla cipolla di Cannara, dal pecorino di Norcia alle zuppe di farro. Un 'wine day', quindi, che ha portato il consumatore nei luoghi di origine dei prodotti enogastronomici, alla scoperta delle persone, del lavoro e dei metodi di produzione che stanno dietro alle specialità che troviamo sulle nostre tavole. Dei visitatori che hanno scelto l'Umbria, più della metà hanno puntato sul territorio del famoso Sagrantino di Montefalco, anche se molto apprezzati sono stati anche i 'distretti' di Torgiano, di Orvieto e dei Colli del Trasimeno.
Cantine Aperte è stata insomma l'occasione per percorrere le strade del vino dell'Umbria, che tanto interesse stanno suscitando negli enoturisti di tutto il mondo: la Strada dei Vini del Cantico, che da Torgiano si estende fino a Spello passando per Todi, Perugia, Bettona, Cannara, Assisi ed altri comuni della zona; la Strada del Vino dei Colli del Trasimeno che, attraverso percorsi ad hoc abbinati a grandi personaggi del passato, consente di passeggiare intorno al Lago Trasimeno; la Strada del Sagrantino, che da Montefalco si dirama negli altri comuni (Bevagna, Castel Ritaldi, Giano dell'Umbria, Gualdo Cattaneo) nei quali viene coltivata la pregiatissima bacca rossa. Tanti, poi, gli eventi, curiosità, degustazioni, concerti, esposizioni d'arte che hanno animato la giornata nelle 31 cantine dell'Umbria.
L'iniziativa 'Il Bicchiere della Solidarietà', organizzata dal Centro Agro Alimentare dell'Umbria in collaborazione con le associazioni benefiche, ha raccolto quest'anno 25.000 Euro, che sono stati devoluti in favore del 'Comitato per la vita Daniele Chianelli', che raccoglie fondi per la costruzione di una struttura per i malati di leucemie. I 25.000 euro sono il ricavato della vendita di 5.400 calici di cristallo (di cui 4.000 venduti nel territorio di Montefalco): un apprezzato ricordo con il quale il turista del vino ha potuto degustare i vini e, allo stesso tempo, compiere un significativo gesto di solidarietà.
L'Umbria, culla del vino di qualità, ha insomma aperto le sue cantine e ha fatto il pieno di visitatori battendo tutti i record delle precedenti edizioni: anche il sito Internet (www.umbriadoc.com, dove, dai prossimi giorni, sarà possibile vedere immagini e momenti dell'evento) ha raccolto oltre 2.000 contatti in due giorni ed il centralino del Centro Agroalimentare dell'Umbria è stato letteralmente preso d'assalto nell'ormai famosa giornata dedicata al vino di qualità, promossa in tutta Italia dal Movimento Turismo del Vino.
Cantine Aperte ha inaugurato così, anche in Umbria, una stagione estiva all'insegna del turismo del vino che potrebbe crescere in questi mesi estivi: sono sempre più in aumento, infatti, coloro che desiderano trascorrere le proprie vacanze in mezzo alla natura, alla tranquillità e ai cibi genuini e, soprattutto, al buon vino.




regione Umbria