il portale dell'enoturismo

 

Il Cipresso Di Cuni Angelica

 
 
 

Riferimento: Cuni Angelica
 
Zone vitivinicole:
Moscato Di Scanzo (DOC)
Valcalepio (DOC)
 
Anno di fondazione: 1979
 
Winemaker: Sergio Cantoni
 
Vitigni: Moscato di Scanzo, Pinot bianco, Pinot grigio, Chardonnay, Cabernet Sauvignon, Merlot
 
Ettari vitati: 5
 
Numero di bottiglie prodotte/anno: 20000
 
Etichette più importanti:
Moscato di Scanzo DOCG
Valcalepio Rosso Riserva DOC
Incrocio Manzoni Terre del Colleoni DOC
Spumante Millesimato DOC
 
Strada del vino: Strada del Moscato di Scanzo
Descrizione

L'azienda vinicola Il Cipresso

Come arrivare

A4 uscita Bergamo o Seriate, proseguire in direzione Lovere fino all'uscita Scanzorosciate.


Giorni e orari di apertura: Da lunedì a venerdì dalle 8.30 - 12.30 e 13.30 - 17.30
 
Giorni e orari visita in cantina: Su prenotazione
 
Degustazione di vino: si
 
Degustazione di olio: no
 
Acquisto prodotti in cantina: si
 
Acquisto prodotti online: no
 
Accessibilità disabili: si
 
Parcheggio pullman: no
 
Altri servizi offerti: Ampia scelta di confezioni regalo
Lingue parlate: Italiano, Inglese, Francese
 

Territorio: nei dintorni puoi trovare

 
Centri Termali/Spa

A soli 24 chilometri da Bergamo, San Pellegrino Terme, nota già in epoca antica per le proprietà terapeutiche delle sue fonti, è divenuta fin dall’Ottocento una delle più famose località termali d’Italia. Con strutture completamente rinnovate, le terme propongono una medicina aggiornata, che segue i più avanzati criteri scientifici e tecnologici con centri specialistici di diagnosi e reparti di cura all'avanguardia. Alle cure termali praticabili presso le Fonti, situate in un ambiente dove è possibile ammirare pregevoli edifici fortificati medievali, è possibile integrare molteplici attività sportive, di svago e relax.

Attrazioni

Panorama mozzafiato a due passi dalla città: questa la principale caratteristica della montagna bergamasca. Dai colli dolci attorno a Bergamo ai 2.000 metri della cresta tormentata dell’Alben, alla imponenza splendida del gruppo dell’Arera a 2.500 metri, sopra la Valcanale e la sua gola ricca di abeti e disseminata di antiche frazioncine dove si respira l’atmosfera più genuinamente alpina. E poi le regine delle Orobie, con il Pizzo dei Tre Signori, Il Corno Stella, il Pizzo del Becco da un lato e dall’altro i grandi “Tremila”, il Pizzo di Coca, il Redorta, lo Scais, con sentieri e laghetti e percorsi fra pascoli, ghiaioni e rocce la cui emozione è difficile di descrivere. Impianti di risalita, piste da sci alpino, piste da sci nordico, snowboard, pattinaggio, bob: questo e molto altro è quanto ha da offrire la montagna bergamasca nella sua veste invernale.